Piaggine, nuovo micro-nido: l'annuncio del sindaco

Il progetto, nello specifico, prevede un micronido/servizi integrativi per la prima infanzia per almeno 30 mesi, all’interno di una proposta più ampia che avrà durata di 36 mes

Nuovo micronido, a Piaggine, per incrementare l’offerta di servizi educativi e di cura per la prima infanzia (la fascia 0-3 anni) in un territorio, quello dell’Alta Valle del Calore, in cui se ne registra da tempo la carenza. Grazie ad un partenariato tra enti pubblici e privati (il Piano di Zona S7, il Comune di Piaggine e la Cooperativa Sociale La Rada, capofila del progetto) attraverso l’adesione al Bando “Comincio da Zero – Prima Infanzia 2020”, Piaggine è stata scelta come sede idonea di un nido d’infanzia che coprirà le esigenze anche dei Comuni limitrofi. Ad ospitare la nuova struttura sarà l’edificio dell’“ex Liceo delle Scienze Umane”.

Dunque, il Comune di Piaggine è stato scelto per ospitare un nuovo nido che nei prossimi mesi colmerà il vuoto di offerta di servizi all’infanzia che negli ultimi anni ha caratterizzato questa parte delle aree interne del Cilento. “Comincio da zero” è, infatti, il bando di “Con i Bambini” promosso nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile al fine di incrementare l’offerta di servizi di cura per la prima infanzia, con particolare riferimento alla fascia 0-3 anni, nei territori in cui si registra una maggiore necessità. Grazie ad un partenariato tra il mondo del Terzo Settore ed istituzioni pubbliche, in questo caso la Cooperativa Sociale La Rada e il Piano di Zona S7, il progetto favorirà le possibilità di accesso e fruibilità dei servizi di educazione dei bambini e delle loro famiglie, in particolare quelle più fragili. Il nido risponderà alle esigenze di un territorio più vasto coinvolgendo i Comuni di Laurino, Sacco e Valle dell’Angelo ed andrà ad integrare anche i progetti S.P.R.A.R. per famiglie, attivi a Piaggine e Sacco, e quello di una Casa Rifugio per donne vittime di maltrattamenti autorizzato da poco dal Piano di Zona S7 proprio nel Comune di Piaggine.

Il progetto

Il progetto, nello specifico, prevede un micronido/servizi integrativi per la prima infanzia per almeno 30 mesi, all’interno di una proposta più ampia che avrà durata di 36 mesi (a partire da settembre 2021), e avrà l’obiettivo, tra l’altro, di dare sostegno al benessere dei bambini e promuovere il coinvolgimento attivo dei genitori e delle famiglie nelle offerte di cura ed educazione per la prima infanzia, favorendo, laddove fosse necessario, servizi di prossimità all’interno dei territori.

Il progetto si avvarrà di un cofinanziamento a carico del Piano di Zona S7 dell’importo di 20.000,00 Euro. Il Comune di Piaggine ha individuato l’edificio intitolato a “G.Roselli”, e sede, fino allo scorso anno scolastico, del Liceo delle Scienze Umane, come struttura idonea ad ospitare il micronido anche perché, per mancanza di iscrizioni, dal prossimo anno non sarà più utilizzato per attività didattiche. Il borgo montano, inoltre, metterà a disposizione delle esigenze del territorio l’autovettura Opel Zafira ottenuta in comodato d’uso gratuito dall’Ufficio di Piano-Ambito S07 per l’erogazione dei servizi sociali del comune.

Parla il sindaco Guglielmo Vairo

"Desidero ringraziare i sindaci ed i delegati dei comuni che hanno votato all’unanimità la proposta, presentata al Coordinamento Istituzionale del Piano di Zona S7 il 25 novembre 2020, in perfetto spirito di coesione territoriale"
    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allarme Covid nelle scuole, il gruppo “Genitori Salerno SÌ DAD” scrive a Draghi

  • Angri, un'importante realtà per il "Cambridge Preparation Center"

  • “Trovare lavoro ai tempi del Covid-19”: tutto pronto per i tre seminari per laureandi e laureati

  • Il liceo Genoino di Cava ospita le Olimpiadi di matematica: 90 minuti di quesiti

  • Quali esigenze e quale futuro per la Mobilità da e verso Unisa: un questionario

  • L’informazione contraffatta: appuntamento con zoom con la docente Anna Bisogno

Torna su
SalernoToday è in caricamento