"Learning to fly": la presentazione del progetto PON a Giffoni Valle Piana

Il programma, finanziato con fondi europei dall’importo complessivo di 44mila euro, permetterà agli alunni di poter prendere parte a 8 moduli, della durata di 30 ore ciascuno: 3 sono rivolti alla scuola primaria, 5 alla scuola secondaria di I grado

Il 23 gennaio alle ore 10 presso la Sala Truffault di Giffoni Valle Piana verrà presentata la seconda edizione di Learning to fly, il progetto PON (Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento”2014-2020) che avrà come protagonisti gli alunni dell'Istituto Comprensivo Fratelli Linguiti.

Il corso

Il programma, finanziato con fondi europei dall’importo complessivo di 44mila euro, permetterà agli alunni di poter prendere parte a 8 moduli formativi, della durata di 30 ore ciascuno: 3 sono rivolti alla scuola primaria, 5 invece sono destinati alla scuola secondaria di I grado per un totale di circa 200 alunni coinvolti. Il progetto prevede il coinvolgimento del territorio, grazie al partenariato con il comune di Giffoni e l’Ente Giffoni Opportunity.

Alla conferenza, insieme al dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Fratelli Linguiti Sofia Palumbo, presenzieranno il sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano e il consigliere delegato all’Istruzione Angela Maria Mele. A rappresentare il team del Giffoni Opportunity il managing director Jacopo Gubitosi e il marketing specialist Luca Fresolone.

I moduli

Per gli alunni della scuola primaria sono previsti tre moduli: Tutta un’altra storia riguarda la scrittura creativa, Il Gioco del Tangram e Once Upon a Time invece si concentreranno rispettivamente sulla matematica e sull’inglese.

Per quanto riguarda gli alunni della scuola secondaria, i cinque diversi moduli andranno a rafforzare le competenze di base degli alunni attraverso metodologie didattiche innovative. Per quanto riguarda la lingua madre italiano, ci si concentrerà sulla narrazione digitale. Per la matematica spazio all’approccio alla realtà che porti a scoprire le implicazioni matematiche nello studio della stessa (matematica  e realtà). I partecipanti avranno la possibilità di partecipare alla gara nazionale di matematica organizzata dall’Università di Perugia. Per i moduli riguardanti la lingue inglese, ci si affiderà ad una docente  madrelingua e consentirà ai partecipanti di esercitarsi per ottenere la certificazione linguistica Trinity.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le lauree più richieste dal mercato del lavoro: ecco i primi dati del 2020

  • IIS "Galilei - Di Palo": la scuola "vending machine free", ecco perchè

  • Stanford University: tra i primi 100.000 scienziati al mondo, anche 17 docenti dell'Unisa

  • Nascita della vita e responsabilità del ginecologo: il convegno al Palazzo di Giustizia

  • UnisaOrienta, Chiara Francini ai corsisti: "Studiare mi ha reso libera"

  • Ogliara, parte il concorso per vincere l'impianto di acqua microfiltrata a scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento