La scuola del futuro e il piano digitale: M5s chiama a raccolta i cittadini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“La scuola del futuro? Costruiamola insieme. Si potrebbe riassumere così l’ultima iniziativa della Commissione europea nel campo digitale. Durante i mesi della pandemia con le necessarie restrizioni che hanno costretto a casa in tutta Europa 100 milioni fra studenti, insegnanti e personale scolastico si è affermata nella quotidianità una nuova visione della formazione. Il classico apprendimento frontale è stato giocoforza messo momentaneamente da parte lasciando spazio a quello online, un metodo di insegnamento che permette di accedere alle risorse messe a disposizione dalla rete. Questa rivoluzione va accompagnata e potenziata per esser realmente democratica e alla portata di tutti. Per questa ragione la Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica che si concluderà il 4 settembre. Genitori, familiari, professori, rappresentanti di istituti di istruzione e formazione possono raccontare la loro esperienza di e-learning vissuta durante il lockdown, dare consigli su come migliorare il sistema, inviare suggerimenti e proposte, costruire insieme la scuola del futuro.

Partecipare a questa consultazione pubblica è un esercizio vero di democrazia perché, grazie al contributo di tutti, la Commissione potrà presentare il proprio Piano d'azione per l'istruzione digitale entro settembre. Gli obiettivi di questo Piano sono un'istruzione e una formazione inclusiva e di elevata qualità e processi di formazione al digitale basati su un’educazione informale e continua. I fondi verranno messi a disposizione degli Stati membri dall’Unione europea nel quadro del Next Generation Ue”, così su Il Blog delle Stelle l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Isabella Adinolfi.

Torna su
SalernoToday è in caricamento