"The right way": al via il progetto di U.Di.Con Campania

progetto è coordinato dal Anna Della Mura, vicario regionale dell’U.Di.Con Campania, che ha introdotto i punti cardine dell’iniziativa, volta a sensibilizzare gli studenti sui temi delle dipendenze da alcool, droga e gioco d’azzardo

Un momento della lez

Sabato mattina i ragazzi della V e V C dell’Istituto Alfano di Salerno hanno potuto assistere alla prima lezione del progetto The right way, iniziativa promossa dall’U.Di.Con Regione Campania che avrà una durata di 18 mesi e coinvolgerà gli studenti delle scuole secondarie di primo grado.

Il progetto

Il progetto, che coinvolgerà diverse scuole salernitane, è coordinato dal Anna Della Mura, vicario regionale dell’U.Di.Con Campania, che ha introdotto i punti cardine dell’iniziativa, volta a sensibilizzare gli studenti sui temi delle dipendenze da alcool, droga e gioco d’azzardo affrontando però gli argomenti da un nuovo punto di vista. Alla prima lezione hanno presoparte anche Michele D’Eboli, Giuseppe Sierchio e Anna Maria Apicella, le altre figure professionali coinvolte nel progetto. La prossima tappa di The right way sarà sabato 19 ottobre, al Liceo Sabatino Menna di Salerno. Quindi ci sarà la terza lezione introduttiva al Perito Levi di Eboli, a cui faranno seguito le visite guidate alla comunità Emmanuel e all’ICAT di Eboli.

Il commento

"È stato molto interessante interagire con i ragazzi, apparsi subito molto coinvolti rispetto alle tematiche presentate sabato mattina – ha commentato Anna Della Mura - La nostra associazione si impegna a dare un approccio dinamico a queste lezioni, vogliamo coinvolgere tutti gli studenti facendo cogliere aspetti mai tenuti in considerazione in materia criminale e sul tema delle dipendenze. Non sono mancati momenti di commozione per una lettera scritta da un detenuto che grazie allo studio è riuscito a trovare la sua strada giusta. Confido che i prossimi appuntamenti continuino a cavalcare quest’onda – ha poi concluso Della Mura – prima di entrare nella fase dinamica del progetto che prevedrà le visite guidate alla comunità Emmanuel e all’ICAT di Eboli. Tutto poi si concluderà con dei corsi di formazione specifici per i ragazzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IIS "Galilei - Di Palo": la scuola "vending machine free", ecco perchè

  • Stanford University: tra i primi 100.000 scienziati al mondo, anche 17 docenti dell'Unisa

  • Coronavirus: un incontro al Genovesi - Da Vinci per ascoltare la voce degli esperti

  • Tutela e territorio: Pontecagnano e Unisa insieme per il progetto pilota

  • "La libertà al di là del muro": incontro pubblico all'istituto Alfano-Quasimodo

  • Ogliara, parte il concorso per vincere l'impianto di acqua microfiltrata a scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento