Bando "Premiamo il Merito": i complimenti del Rettore ai vincitori

Il bando Premiamo il merito era destinato agli studenti meritevoli iscritti al primo anno (anno accademicao 2017-2018) del corso di laurea in Gestione e Valorizzazione delle Risorse Agrarie e delle Aree Protette

Sono stati premiati gli studenti del corso di laurea in Gestione e Valorizzazione delle Risorse Agrarie e delle Aree Protette che hanno vinto il bando Premiamo il merito, promosso dal dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Salerno con il supporto dell'organizzazione dei produttori TerraOrti di Eboli.

I complimenti del Rettore

A fare i complimenti agli studenti è stato il Rettore Aurelio Tommasetti che ha commentato: "Quando abbiamo lanciato il Corso di studi in Agraria lo abbiamo fatto nella ferma convinzione che si trattasse di un percorso didattico rispondente alla natura e alle caratteristiche dei nostri territori e che potesse per questo ampliare le opportunità occupazionali per i nostri giovani. I risultati raccolti in questi primi anni confermano le aspettative e ci spingono a continuare in questo di percorso di valorizzazione e di promozione delle risorse agrarie del Mezzogiorno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bando

Il bando Premiamo il merito era destinato agli studenti meritevoli iscritti al primo anno (anno accademicao 2017-2018) del corso di laurea in Gestione e Valorizzazione delle Risorse Agrarie e delle Aree Protette. I 3 premi, del valore di 500,00 €, sono stati assegnati agli studenti più meritevoli che hanno conseguito i migliori risultati in termini di CFU acquisiti e media ponderata delle votazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Nasce la prima batteria quantistica": la salernitana Ofelia Durante illustra la scoperta

  • Curiosità, 10 detenuti si diplomano all'istituto "Roberto Virtuoso" di Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento