Scienze sociali: Radio Covid compie un mese

In questo mese, la webradio, nata da un'idea di Pietro Dommarco e Giovannipaolo Ferrari, ha dato voce a tantissimi esperti nelle scienze sociali

Pochi giorni fa Radio Covid ha compiuto un mese. Un mese in cui la webradio, nata da un'idea di Pietro Dommarco e Giovannipaolo Ferrari, ha dato voce a tantissimi esperti nelle scienze sociali.

Gli ideatori

Dommarco è un giornalista d’inchiesta, da sempre impegnato in prima linea sulle questioni ambientali; direttore responsabile di Terre di Frontiera, periodico indipendente su ambiente, sud e Mediterraneo fondato nel 2015, Premio Restart Antimafia 2018, Premio Giornalistico Reporter per la Terra 2016, Premio internazionale all’impegno sociale 2015.

Ferrari è un sociologo e un linguista. Dopo aver conseguito il dottorato presso l’Università di Salerno, ha insegnato in molte Università, in giro per il mondo: prima del Covid-19 viveva e lavorava in Cina da ormai quattro anni. Si occupa di analisi di politiche sociali e sanitarie e politiche pubbliche per l’ambiente e l’organizzazione del lavoro. Collabora da anni con alcune delle attività di ricerca promosse dalla cattedra del professore Paolo Diana dell’Università degli Studi di Salerno che, per questa iniziativa, ha offerto la sua preziosa consulenza scientifica per la realizzazione e lo sviluppo del progetto.

La radio

"Radio Covid - ha spiegato il professor Paolo Diana - si rivolge a una ben precisa comunità di riferimento, quella delle scienze sociali nel contesto italiano e rappresenta un contenitore digitale che, a prescindere dal Covid-19, si prefissa lo scopo di contribuire e arricchire il dibattito all’interno dell’informazione scientifica italiana valorizzando lo sguardo sociologico e i nuovi percorsi intrapresi dalla ricerca sociale".

Radio Covid ha già ospitato molti tra i più noti docenti ed esperti di scienze sociali in Italia come Fabrizio Battistelli, Roberto Cipriani, Paolo Montesperelli e giornalisti RAI come Giorgio Zanchini. Molti altri hanno dato la loro disponibilità come Domenico De Masi che sarà ospite il prossimo 10 maggio in una puntata dedicata allo Smart Working. Sono già stati toccati e saranno approfonditi temi come il fenomeno del Covid-19 in relazione allo smart-learning, alla questione della sicurezza e del carcere, della criminalità organizzata, dell’Unione Europea, della religione, del welfare e delle politiche sociali e sanitarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la prossima puntata che andrà in onda il 30 aprile alle 21.15 in diretta su www.radio-covid.it, si parlerà di Sport e nuovo Coronavirus e, tra gli ospiti, interverranno docenti universitari degli atenei di Napoli e Firenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Unisa si prepara al nuovo anno accademico 2020/21: ecco come si potranno seguire i corsi

  • Libri scolastici: come ordinarli online scontati ed in 24h

  • Università di Salerno, alzato il tetto per l'esonero dalle tasse: ecco le cifre

  • Adeguamento delle scuole per le norme anti Covid: a Scafati destinati 300mila euro

  • Ripresa della scuola post Covid, il sindaco di Angri: "In arrivo banchi monoposto, lavori finanziati"

  • Nocera Inferiore, il Comune approva il progetto "Scuole sicure"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento