menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giffoni “città intelligente”: idee per un progetto di Smart City nel comune picentino

Il sindaco Russomando ha sottoscritto una convenzione con l'università per inserire il comune picentino tra i soggetti ospitanti di tirocini formativi per laureati

Il sindaco di Giffoni Valle Piana Paolo Russomando ha sottoscritto una convenzione con l’università degli studi di Salerno, precisamente con il Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali,  per inserire il comune picentino tra i soggetti ospitanti di tirocini formativi per laureati nell’ambito del master di 2^ livello in General Management della Pubblica Amministrazione. L’amministrazione comunale e l'Ateneo  hanno stabilito di svolgere un Project Work dal titolo “Un modello di sviluppo di smart city per il Comune di Giffoni Valle Piana”. La Smart City è un laboratorio di idee innovative in continua evoluzione che ha nella Pubblica Amministrazione e nei cittadini gli attori di un progressivo processo di cambiamento.

Per lanciare questo tipo di Project Work, che guarderà con particolare attenzione alle forme di finanziamento dell’Unione Europea per i progetti di Smart City, il Comune ha siglato l’accordo con l’università per ospitare tirocinanti. Il Project Work che si intende sviluppare a Giffoni Valle Piana è articolato in più fasi e prevede l’impiego complessivo di 400 ore di un gruppo di discenti del Master, accompagnati da un team di esperti in progetti di innovazione sociale del Master MPA, guidati dal Professor Roberto Parente. Per garantire la massima efficacia del lavoro svolto, sarà costituito un gruppo di supporto e coordinamento con rappresentanti del Comune. Il lavoro di studio avrà inizio in queste settimane e si concluderà entro la fine dell’anno.

“Si è dato, in questi anni di amministrazione della città, sempre una priorità alle politiche di miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini – spiega il sindaco Russomando -  Le idee messe in campo hanno portato anche ottimi risultati, ma occorre un continuo studio di progetti, sfruttando le opportunità tecnologiche, per promuovere l’innovazione e mettere in campo azioni per un processo di evoluzione e mantenimento dell’ambiente in cui viviamo. L’obiettivo dell’accordo è quello di realizzare uno studio di massima, attraverso l’impiego di tirocinanti, che tracci un modello di Smart City per Giffoni Valle Piana”.

“Il Master MPA – aggiunge il professor Roberto Parente – intende sempre più qualificarsi come Laboratorio d’innovazione a disposizione della PA locale. Il tema delle Smart City, sul quale abbiamo iniziato una proficua collaborazione con Legautonomie, uno dei principali sponsor del nostro Master, rappresenta naturalmente un tema di rilievo strategico, anche alla luce delle opportunità offerte dalla nuova Programmazione Comunitaria. Questo importante accordo con l’amministrazione comunale vuole rappresentare idealmente un modello di collaborazione Università/Territorio che speriamo possa incidere positivamente sui destini futuri delle nostre Comunità locali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento