L'area dunale dell'Oliveto a rischio: il Wwf scrive al ministro Costa

"L’area dunale dell’Oliveto - ha spiegato Paolo Abbate - ha resistito all’ ultima forte mareggiata, ripulita da volontari dei materiali portati dalle onde, e attualmente presenta numerose essenze tipiche della sabbia, tra cui il giglio di mare"

Una delle foto effettuate dal WWF

Paolo Abbate, attivista del Wwf Campania, ha inivato una lettera al generale Sergio Costa, ministro dell'Ambiente, ed a Tommaso Pellegrino, presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dove si chiede un intervento autorevole per scongiurare il pericolo che potrebbe incorrere la fascia dunale dell’Oliveto in località Villammare nel comune di Vibonati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I pericoli per l'area dunale

Se non protetta da un'adeguata recinzione con paletti e corda marinara, dal posizionamento di tabelle di divieto e da videocamere, il sito, tutelato da leggi nazionali ed europee rischia di scomparire a causa del passaggio di veicoli e dell'incuria dell'uomo. "L’area dunale dell’Oliveto - ha spiegato Paolo Abbate - ha resistito all’ ultima forte mareggiata, ripulita da volontari dei materiali portati dalle onde, e attualmente presenta numerose essenze tipiche della sabbia, tra cui il giglio di mare, attrazione della stagione estiva. Le erbe pioniere, quali la calcatreppola, la gramigna della spiaggia, il ravastrello eccetera che hanno il compito di consolidare con i loro lunghi rizomi i sedimenti trasportati dal mare e dal vento, si presentano numerose e pronte per evoluzione naturale ad estendere la zona di duna mobile verso mare. Pertanto a rinaturalizzare, come previsto dal progetto del Wwf Campania, l’ecosistema dunale, ultimo rimasto miracolosamente ancora intatto con il suo valore naturale e paesaggistico" ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento