menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cava de' Tirreni Green Valley": scattano i controlli su acqua e aria

Dopo la diffusione degli ultimi dati sull'inquinamento l'amministrazione comunale ha provveduto chiedere all’Arpac l’installazione di una seconda centralina

L’amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni  ha avviato una serie di attività sul monitoraggio della qualità dell’aria e dell’acqua. La città metelliana, infatti,  rientra nella rete regionale Arpac di monitoraggio dell’aria e, dai dati acquisiti dalla centralina installata presso lo stadio comunale, risulta che nello scorso anno 2015 sono stati superati i valori giornalieri (50 mg/mc) di PM 10 (materia particolata) solo 25 volte, ben al di sotto dei 35 consentiti. Non risultano invece mai superati i valori relativi al PM 25 (valore medio/annuale 25 mg/mc). 

Per questa ragione l’assessorato all’Ambiente ha provveduto anche a richiedere all’Arpac l’installazione di una seconda centralina da posizionare in zona significativa. Inoltre questa mattina è stata richiesta anche all’Asl, in particolare alla Unità Operativa di Igiene e Sanità Pubblica, di verificare la qualità dell’acqua erogata dalle tre Case dell’Acqua installate sul territorio comunale.  Inizieranno a breve anche i controlli delle caldaie degli immobili privati da parte del Comune che è tenuto per legge a verificarne l’efficienza. Ogni impianto, infatti, deve essere periodicamente ispezionato e certificato con  il “Bollino Blu” a garanzia del perfetto funzionamento e della sicurezza.  

 “Massima attenzione da parte nostra alla qualità dell’ambiente – afferma l’assessore Nunzio Senatore – dai dati che periodicamente acquisiamo possiamo rilevare che il nostro territorio non subisce l’aggressione di agenti inquinanti per quanto riguarda la qualità dell’aria. Ciononostante, metteremo in campo altre iniziative che ci siamo impegnati a realizzare con il manifesto approvato in Giunta su “Cava de’ Tirreni Green Valley”. Non solo un proclama ma un preciso indirizzo della nostra amministrazione che vuole caratterizzarsi soprattutto per la salvaguardia e il miglioramento della qualità dell’ambiente e quindi della vita sul nostro territorio”
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento