menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eboli, il Circolo Silaris vince il concorso "Sterminata bellezza"

Il Responsabile di “Salvalarte” Francesco Manzione: “Siamo felicissimi di aver ricevuto questo riconoscimento come promotori di bellezza, dal 2012 in collaborazione con i frati Cappuccini di Eboli, abbiamo dato il via al recupero dell’antica biblioteca, un patrimonio per l’intera comunità di cui ci prendiamo cura con tanta passione”

Il Circolo Legambiente Silaris e la Comunictà Francescana di Eboli sono risultati tra i vincitori di “Sterminata bellezza”. Il concorso, ideato da Legambiente in collaborazione con Comieco, Symbola e il Consiglio nazionale degli architetti, ha voluto premiare la ‘bellezza dei luoghi’ e per la sessione “Promotori di sterminata bellezza” sono stati premiati il Circolo Legambiente Silaris e la Comunità Francescana di Eboli per il recupero, la valorizzazione e la promozione dell’antica biblioteca del Convento dei Padri Cappuccini di Eboli. La sessione ’’Generatori di sterminata bellezza’’ premia processi territoriali già esistenti, mentre quella intitolata ‘’Promotori di sterminata bellezza’’ è dedicata ai soggetti che propongono idee originali e innovative per affrontare i problemi legati al territorio creando nuova bellezza. Ogni sessione comprende tre ambiti, ovvero gesti, luoghi, oggetti, tutti e tre premiati con un vincitore. A ritirare il premio per Legambiente Eboli è stato il Responsabile di “Salvalarte” Francesco Manzione (foto) che ha dichiarato: “Siamo felicissimi di aver ricevuto questo riconoscimento come promotori di bellezza, dal 2012 in collaborazione con i frati Cappuccini di Eboli, abbiamo dato il via al recupero dell’antica biblioteca, un patrimonio per l’intera comunità di cui ci prendiamo cura con tanta passione”.  I vincitori sono stati premiati mercoledì presso l’Università degli Studi di Camerino, in provincia di Macerata, nell’ambito della seconda edizione del Festival Soft Economy promosso dalla Fondazione Symbola. La “buona pratica” ebolitana ha prevalso, dunque, come esempio di “recupero di un luogo di bellezza” che propone uno stretto connubio tra territorio e arte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento