menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sapri: Fare Verde Cilento chiede al sindaco di adottare il Giglio di mare

"La vegetazione dunale - spiegano da Fare Verde Cilento - trattiene la sabbia, rallentando o addirittura fermanto l'erosione marina"

Fare Verde Cilento chiede al sindaco di Sapri di adottare il Giglio di mare presente su di una spiaggia libera. "Sulle spiagge del Cilento, dove spesso e volentieri sventola la bandiera blu, la vegetazione psammofila (amante della sabbia) tra cui il profumato giglio di mare, sta del tutto scomparendo - si legge in una nota dell'associazione di tutela ambientale - Le cause della scomparsa di questa importante biodiversità marina sono sicuramente il proliferare dei lidi balneari e i parcheggi auto di pertinenza, l’incuria dei turisti, l’erosione del mare".

"Alle Saline di Palinuro, ad esempio, dove un tempo si potevano ammirare dune ricche di gigli di mare, questi fiori caratteristici sono stati irresponsabilmente distrutti con le ruspe - continuano da Fare Verde Cilento - Nel golfo di Policastro la situazione non cambia, perché sono rimasti oramai pochi fazzoletti di duna fiorita, eppure la vegetazione dunale trattiene la sabbia, rallentando o addirittura fermando l’ erosione marina. Fare Verde Cilento chiede pertanto al sindaco di Sapri di poter adottare un ultimo lembo fiorito di spiaggia libera, limitando con una bassa recinzione a paletti di legno e corda l’angolo di spiaggia, in modo da permettere al giglio di mare e altre piante psammofile di riprodursi ed espandersi nuovamente" concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento