rotate-mobile
Green

"Ma il mare non vale una cicca?": coinvolte anche le spiagge salernitane

Il progetto non riguarderà solo Amalfi ma ben 47 spiagge della Campania per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi.

Si terrà sabato 1 e domanica 2 agosto sulla spiaggia di Amalfi un’iniziativa di sensibilizzazione all’insegna del mare pulito promossa da Mare Vivo cui ha aderito anche la Jci Salerno. Il progetto non riguarderà solo Amalfi ma ben 47 spiagge della Campania per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi. La regione, infatti, partecipa all’iniziativa nazionale che prevede, nello stesso weekend, la distribuzione di 120 mila posacenere su oltre 450 spiagge italiane, comprese le Aree Marine Protette, con la partecipazione di mille volontari.

Testimonial di questa settima edizione la campionessa olimpica di nuoto, Federica Pellegrini che dopo aver dimostrato un feeling davvero speciale con il mondo dell’acqua ha deciso di sostenere la campagna, condividendo l’impegno di Marevivo a difesa del mare italiano. Non solo prova costume. Ma anche prova di buona educazione e sensibilità ambientale. Non solo il momento per dare il meglio di sé dal punto di vista della linea. Ma anche la stagione per dare il nostro piccolo, grande contributo per la tutela delle spiagge e la salvaguardia del mare. E allora, insieme a costume e crema solare, per affrontare l’estate che ormai entra nel vivo, non possiamo fare a meno delle nostre migliori abitudini. Come quella, ad esempio, di tenere sotto l’ombrellone un posacenere sempre a portata di mano, dove riporre i mozziconi senza abbandonarli sulla spiaggia. Evitando, quindi, che finiscano in mare.

Proprio per diffondere quanto più possibile questa buona abitudine, torna sulle spiagge italiane, per il settimo anno consecutivo, la campagna “Ma il mare non vale una cicca?”, che permetterà di risparmiare al mare una fila di mozziconi che, percorrendo la dorsale adriatica, lega il Veneto all’Abruzzo, coprendo una distanza di oltre 550 km. Come ogni anno, la campagna è promossa dall’associazione Marevivo in collaborazione con JTI (Japan Tobacco International), con il supporto del Sindacato Italiano Balneari, il sostegno del Corpo delle Capitanerie di Porto e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Tra le spiagge e gli stabilimenti balneari coinvolte nell’iniziativa troviamo quelle di Marina di Varcaturo, Marina di Licola, Pozzuoli, Arco Felice di Pozzuoli, Marina di Vico, Marina di Seiano, Vico Equense, Napoli, Nisida, Palinuro, Sorrento, Amalfi, Marina di Camerota, Cala Bianca, Baia degli infreschi, Marina di Eboli e infine dell’isola d’Ischia (Lacco Ameno) e di Capri.

Basta un semplice gesto, ovvero spegnere la sigaretta e riporre il mozzicone nel posacenere tascabile, per risparmiare al mare anni di inquinamento e proteggere anche delfini, tartarughe e tutte le creature degli oceani – ha dichiarato Federica Pellegrini, spiegando la sua adesione alla campagna – Per questo condivido il messaggio lanciato con questa iniziativa che dimostra, concretamente, come ogni piccolo sforzo, fatto ogni giorno, possa portare a grandi risultati. Impegniamoci insieme per fare del 2015 un’estate da primato”. “Il mare è la fonte della nostra vita. E’ importante tutelarlo anche attraverso comportamenti che consideriamo minimi, ma che determinano grandi danni, come l’abbandono di piccoli rifiuti, quali i mozziconi di sigaretta, che danneggiano le spiagge e il nostro mare, oltre ad essere in alcuni casi davvero pericolosi per l’ambiente e l’ecosistema” le fa eco Silvia Velo, sottosegretario di stato del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che aggiunge: “Come Ministero e Governo stiamo mettendo in campo misure per punire l’abbandono di mozziconi di sigaretta. Ma la repressione da sola non basta. Ecco perché iniziative che sensibilizzino i cittadini, i turisti e tutti coloro che vivono il mare possono rivelarsi un valido strumento di contrasto”.

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’ennesima multa di 20 milioni di euro che l’Italia dovrà pagare per il mancato adeguamento alle regole Ue del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti. Nulla più di una semplice cicca di sigaretta dimostra quanto possiamo fare tutti, ogni giorno e con i gesti più semplici, per migliorare l’ambiente che ci circonda” commenta, invece, Carmen di Penta, Direttore Generale di Marevivo”. La Jci Salerno con i suoi soci e simpatizzanti sarà sulla spiaggia di Amalfi. “La nostra - afferma Daniele Iovine, presidente di Jci -  Salerno” è un’associazione di cittadini attivi impegnata in diversi progetti di responsabilità sociale ed ambientale: il problema dei rifiuti in Campania è una questione seria e non possiamo disinteressarcene. Bisogna dimostrare il nostro impegno per iniziative come queste: la Campania non è la Terra dei Fuochi è la Terra del Mare! E se proprio non si vuole smettere di fumare almeno smettiamola di deturpare l’ambiente”

Ogni posacenere può contenere fino a un massimo di sei mozziconi, ed in questa edizione ne saranno distribuiti 120 mila euro.  
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ma il mare non vale una cicca?": coinvolte anche le spiagge salernitane

SalernoToday è in caricamento