menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sequestro dell'area

Il sequestro dell'area

Palinuro: recintata un'area dunale dove fioriscono i gigli di mare

"La duna e la vegetazione psammofila tipica della sabbia à protetta da leggi nazionali ed europee - spiegano dal wwf e dal club Elea - occorrerà, quindi, vigilanza da parte degli organi preposti"

Nei giorni scorsi è stato sequestrato un pezzo consistente di fascia dunale con giglio di mare al km 5 della spiaggia delle Saline di Palinuro. Gli uomini del Corpo forestale dello stato di Pisciotta, infatti, hanno provveduto a sequestrare l'area su ordine della Procura di Vallo della Lucania.

"Il sequestro è seguito anche grazie agli esposti degli attivisti del wwf e del Club Elea dell’Unesco - fanno sapere dalle associazioni - per lo scempio perpetrato ripetutamente sulla duna dove ignoti avevano tagliato presumibilmente con mezzi meccanici la pianta bulbacea che stava rispuntando.  Si auspica pertanto che quest’anno il giglio profumato possa, sebbene stressato dagli interventi distruttivi, rifiorire e riprodursi alle Saline".

" La duna e la vegetazione psammofila tipica della sabbia à protetta da leggi nazionali ed europee - continuano dal wwf e dal club Elea - pertanto occorrerà che gli organi preposti vigilino che non si verifichino abusi  che posssano distruggere l’ecosistema dunale e marino, specialmente nei mesi estivi quando i bagnanti arrivano numerosi sulla spiaggia bandiera blu lasciando purtroppo anche rifiuti di ogni tipo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento