menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Al via la settimana di Puliamo il Mondo: gli appuntamenti in Campania

Appuntamento centrale domenica 27 settembre con diretta Ambiente Italia Rai 3 dall'Azienda Agricola sperimentale regionale Improsta ad Eboli nella Piana del Sele

Armati di guanti e ramazza, i dipendenti a stretto contatto con le comunità locali, i comuni e le associazioni scendono in campo per una Campania Sostenibile. In prima fila i Parchi Nazionali del Vesuvio e del Cilento, Vallo di Diano e Alburni che coinvolgeranno le comunità locali e studenti in interventi che riguarderanno la pulizia di sentieri ed aree ricreative, fondali marini, spiagge e corsi d’acqua, boschi. Al via, infatti, la settimana di Puliamo il Mondo, la più grande giornata internazionale di volontariato ambientale targata Legambiente in collaborazione con la Rai. In Campania sono già oltre 150 i comuni aderenti e più di 250 le aree che saranno ripulite  che da venerdì 25 a domenica 27 settembre, per una mobilitazione contro il degrado urbano e rurale per una Campania Sostenibile. Da Salerno a Napoli, dal Parco Nazionale del Vesuvio a quello del Cilento e Valle di Diano e Alburni, da agro aversano all’Agro nocerino sarnese, saranno centinaia di migliaia i cittadini in piazza per recuperare aree degradate, per restituire alla pubblica fruizione zone abbandonate. In Campania in prima fila quest’anno le aziende della Green Economy, tra le quali Ecoem (Consorzio la gestione dei Raee), Sabox, Sada, Cartesar, Ambiente spa, la rete delle aziende della carta “100& Campania” e quelle in prima fila nella produzione agricola di qualità: Rago Group, Terra Orti, Alma Seges e Green Campania. Nel week-end dal 25 al 27 settembre, a testimoniare l’attenzione sempre crescente da parte delle imprese per l’ambiente, in prima fila, armati di guanti e ramazza, ci saranno anche i dipendenti che saranno a stretto contatto con le comunità locali, i comuni e le associazioni per una Campania Sostenibile. In prima fila i Parchi Nazionali del Vesuvio e del Cilento, Vallo di Diano e Alburni che coinvolgeranno le comunità locali e studenti in interventi che riguarderanno la pulizia di sentieri ed aree ricreative, fondali marini, spiagge e corsi d’acqua, boschi.

“Bellezza e partecipazione sono il binomio vincente di Puliamo il mondo – ha commentato Antonio Gallozzi, direttore di Legambiente Campania -. Da una parte la bellezza del nostro Paese, uno dei più amati e visitati al mondo spesso sfregiato dall’incuria e dai rifiuti; dall’altra l’impegno attivo di tanti cittadini che vogliono rendere più belle e vivibili le città della nostra regione. Puliamo il mondo va proprio in questa direzione: coinvolgere i cittadini in azioni concrete a favore dell’ambiente e diffondere la pratica della raccolta differenziata e del riciclo significa contribuire ad un virtuosismo che fa bene al Paese e che dà slancio alla Green Economy”. Contro il degrado urbano Legambiente in questa edizione di Puliamo il Mondo punta alla valorizzazione e promozione dell’ agricoltura come un prezioso alleato per affrontare le grave crisi ambientale e creare un’economia sostenibile. Coltiviamo il cambiamento attraverso l’agricoltura biologica, l’agricoltura sociale e in genere le mille forme di agricoltura legate alle vocazioni dei territori. In collaborazione con le associazioni di categorie in tutta la regione si svolgeranno iniziative per ridisegnare l’immagine delle città attraverso gli orti urbani, non solo per restituire il verde ai centri urbani, ma anche per produrre cibi sani e di qualità. Appuntamento centrale domenica 27 settembre con diretta Ambiente Italia Rai 3 dall’Azienda Agricola sperimentale regionale Improsta ad Eboli nella Piana del Sele: si parlerà di valorizzazione e promozione dell’agricoltura come un prezioso alleato per affrontare le grave crisi ambientale e creare un’economia sostenibile.  Saranno esposti e degustati, con l’aiuto di alcuni importanti chef campani, i prodotti di eccellenza della Campania e i prodotti agricoli provenienti dagli orti urbani e sociali gestiti da Legambiente. Tra gli altri, saranno presenti il Governatore Vincenzo De Luca e il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo. In contemporanea - in collaborazione con Confagricoltura - i svolgerà la pulizia di un tratto della Strada provinciale Aversana tra Battipaglia e Eboli col supporto di trattori e mezzi messi a disposizione dalle aziende agricole della zona.

Ecco gli appuntamentI:

A Pontecagnano, venerdì 25 settembre pulizia della strada antistante il Museo Archeologico Nazionale “Etruschi di Frontiera” (via Umbria) in collaborazione con gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Picentia”.

Ad Eboli sempre venerdì 25 settembre l’attività si concentrerà in un parco giochi che si trova accanto all’area sportiva della città (Palasele). Si provvederà alla pulizia della zona con con tutte le prime medie degli istituti scolastici di Eboli. 

Ambiente e legalità per l’iniziativa di Battipaglia dove venerdì 25 presso il rione Taverna, gli anziani che coltivano gli orti all’interno del terreno confiscato alla criminalità organizzata insieme le classi dell’istituto comprensivo Sandro Penna, l’IIS Ferrari e dipendenti di TerraOrti saranno impegnati in un’attività di pulizia e di laboratori sulla raccolta differenziata.

Nell’Agro nocerino sarnese l’iniziativa di punta è a Sarno dove domenica 27 i volontari nell'Oasi del Voscone,  un parco, situato nella zona collinare di Lavorate, attrezzato con zona pic-nic e giochi da tempo abbandonato e utilizzato come vera discarica a cielo aperto. Giovedì 24, invece, sempre a Sarno sarà ripulita l’area Parco della Memoria di Episcopio, uno dei luoghi simbolo della tragedia del 5 maggio 1998 con gli alunni della scuola “Giovanni Amendola”. Lunedì, 28, invece, appuntamento a San Valentino Torio per la pulizia dell’area antistante la Villa comunale con gli alunni dell’Istituto Comprensivo.

A Salerno l'appuntamento è all'ingresso di Parco Pinocchio con il coinvolgimento di studenti, cittadini e gruppo di ragazzi/e del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati gestito dall'Arci di Salerno.Il materiale raccolto, nello specifico bottiglie di plastica e alluminio, verrà conferito presso le piattaforme del supermercato Etè di via Eugenio Caterina, che convertirà l'ammontare dei buoni ottenuti in prodotti da offrire alla mensa dei poveri di San Francesco

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento