Legambiente: "A Salerno solo il 20% degli spostamenti sono a emissioni zero"

Legambiente, in collaborazione MotusE, ha stilato il primo rapporto sulle mobilità ad emissioni zero in Italia dal titolo "Le città elettriche"

Legambiente, in collaborazione MotusE, ha stilato il primo rapporto sulle mobilità ad emissioni zero in Italia dal titolo Le città elettriche. Questo rapporto fotografa una Campania a doppia velocità: se da un lato a Napoli gli spostamenti con mezzi non inquinanti (bicicletta, e-bike, mezzi pubblici a trazione elettrica, compresi i treni urbani, o a piedi) rappresentano il 50% del totale, nel resto dei capoluoghi interessati dal rapporto la percentuale si abbassa al 20%, nel caso di Salerno e Benevento, o, addirittura, al 18% nel caso di Caserta.

Lo studio

Sicuramente a farla da padrona è ancora una mobilità inquinata, congestionata, poco sostenibile, ma c’è una rivoluzione ormai in atto e con una crescita esponenziale. Lo studio di Legambiente riesce così a stimare e definire l’accessibilità, da parte dei cittadini come la quota degli spostamenti con il mezzo pubblico o con servizi di sharing mobility. A Napoli ad esempio l’accessibilità raggiunge il 34% (Tpl + bici +sharing) mentre gli spostamenti a zero emissioni (elettrici, bici, a piedi) rappresentano il 50%. Percentuali che scendono negli altri capoluoghi di provincia campani: a Salerno a fronte di un’accessibilità (Tpl + bici +sharing) del 23% gli spostamenti zero emissioni sono il 20%; a Benevento i numeri evidenziano un 20% di movimenti che avvengono con mezzi non inquinanti con un’accessibilità pari al 20%. Ancora, a Caserta solo il 18% degli spostamenti è zero emissioni (accessibilità 14%).

Il commento

"Con la presentazione dello studio - ha commentato Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania - intendiamo aprire un tavolo di confronto e riflessione per far capire quanto sia conveniente cambiare le nostre città attraverso la chiave della sostenibilità. Anche in Campania qualcosa si muove, e in alcuni città, anche se lentamente rispetto al resto di alcune metropoli italiane, crescono coloro che si muovono in bici, a piedi, con il trasporto pubblico e con veicoli elettrici. Dobbiamo convincerci del fatto che uscire dall’ inquinamento che contraddistingue i nostri centri urbani è possibile e al contempo possiamo riappropriarci di piazze e strade, rendendo più vivibili e sicure le nostre città. Se da un lato si registra da tempo una disponibilità crescente dei cittadini a spostarsi con mezzi non inquinanti, al tempo stesso questa disponibilità viene minata quotidianamente da disservizi, ritardi complessivi del trasporto pubblico locale con mezzi spesso insicuri, sporchi e poco efficienti. Occorre dirottare - ha concluso la presidente di Legambiente Campania - le risorse economiche, destinate ieri come oggi a strade e autostrade, verso gli investimenti per le aree urbane, per rilanciare la ‘cura del ferro’ del trasporto pubblico e potenziare il trasporto ferroviario per offrire un’alternativa ai pendolari".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento