A Sarno installato parchimetro vicino ad un’abitazione privata. Rega (Sarno Civica): interrogazione consiliare

L’uomo, residente nel centro storico della città dei Sarrastri, ha visto “migrare” da un lato all’altro della strada in cui vive, la colonnina per acquistare i titoli validi per la sosta negli appositi stalli a pagamento, o meglio, nelle strisce blu

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Succede a Sarno, e stavolta, ad essere coinvolta è un’abitazione di un cittadino, il quale nei giorni scorsi ha contattato il consigliere comunale di opposizione, Antonello Manuel Rega, per esporgli quanto è avvenuto. L’uomo, residente nel centro storico della città dei Sarrastri, ha visto “migrare” da un lato all’altro della strada in cui vive, la colonnina per acquistare i titoli validi per la sosta negli appositi stalli a pagamento, o meglio, nelle strisce blu. La situazione non desterebbe alcuna preoccupazione, non fosse però per il fatto che il parchimetro è stato installato a pochissimi centimetri dal muro della casa in cui l’uomo abita assieme alla sua famiglia.

 

“Sono stato contattato dall’uomo, proprietario dell’abitazione, che mi ha spiegato la situazione – ha detto il consigliere di Sarno Civica, Antonello Manuel Rega – e mi ha detto che, di fatto, questo trasferimento è avvenuto senza che nessuno lo avvertisse. Inoltre – ha continuato Rega – l’uomo ha dovuto sospendere la volontà di poter effettuare dei lavori di ristrutturazione all’esterno del proprio immobile, proprio per via dell’impedimento, seppur di poco, che rappresenta la colonnina installata in quella posizione, sia per una eventuale posa dell’intonaco, che per la tinteggiatura. Ci troviamo di nuovo di fronte ad un controsenso, ed è proprio per questo che ho intenzione di portare la vicenda in consiglio comunale, con un’apposita interrogazione e far luce sulla questione”, ha concluso il consigliere.  
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento