rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

Vestuti, Forza Italia contro il Comune: "La Curva Sud e le palestre non si toccano"

Il coordinatore cittadino degli azzurri Antonio Roscia e il capogruppo Giuseppe Zitarosa intervengono a difesa della storica struttura sportiva, che l'amministrazione vorrebbe trasformare

Forza Italia Salerno scende nuovamente in campo per difendere lo stadio Vestuti guardando al futuro “con grande decisione ma sa bene che il futuro diventa pretenziosità quando si mortifica la memoria e l'impegno dei cittadini”. Lo dichiarano il coordinatore cittadino degli azzurri Antonio Roscia e il capogruppo al Comune Giuseppe Zitarosa, seconda i quali “lo stadio va certamente sottoposto a recupero urbano e, in tal senso, sono certamente sostenibili le idee di riqualificazione in financing project che prevedono nuove aree mercatali e di parcheggio ma Forza Italia Salerno non potrà mai consentire lo svuotamento del patrimonio sia sportivo che calcistico del Vestuti”. 

Per i due esponenti del partito di Berlusconi “il vero compito della politica è riuscire a contemperare le diverse esigenze in unica possibile visione della cosa pubblica altrimenti si diventa semplici vidimatori di progetti e tecnicismi. La Curva Sud dello stadio Vestuti è l'anima di una città, un sentimento che non si misura con le fattispecie metriche, economiche o dei beni culturali: si misura in sudore, voce, cuore di migliaia di salernitani che hanno passato la migliore gioventù a sostenere Salerno con sciarpe e bandiere al vento: non si tocca la Curva Sud. Altrettanto fermamente - aggiungono - Forza Italia Salerno difende l'agibilità sportiva delle palestre che hanno luogo al Vestuti, laddove vivono attività sportive di società che hanno vinto numerosi titoli nazionali e internazionali; la loro paventata deportazione in aree periferiche della città svuoterebbe il centro di Salerno dell'ultimo spazio utile di sport per centinaia di atleti e giovani salernitani”. 

Forza Italia Salerno allora rilanci invitando il Comune "ad un recupero logistico delle palestre stesse, cosa non solo possibile nel caso di un financing project ma, come evidente dalla donazione Santamaria che imponeva il vincolo dell'area come deputata allo sport, addirittura doverosa ed al rispetto della gradinata della Curva Sud che anzi può presentare le caratteristiche di un ideale Museo del Tifo e dello Sport che vedrebbe certamente una risonanza anche turistica. Difendere la Curva Sud e le palestre che operano al Vestuti - concludono Roscia e Zitarosa - non è azione di retroguardia ma azione per il sincero progresso umano e civile di una città, solo che si riesca a guardare oltre lo stretto perimetro della necessità di rinnovamento pure auspicabile ma ridotta a mero ricatto urbanistico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vestuti, Forza Italia contro il Comune: "La Curva Sud e le palestre non si toccano"

SalernoToday è in caricamento