"No" a nuovi insediamenti per il trattamento e la gestione dei rifiuti a Battipaglia: siglato l'atto di indirizzo

Il sindaco: "Ora monitoreremo gli atti che il Consiglio provinciale prima e la Regione Campania poi dovranno approvare a tutela della nostra città"

La firma

Ho appena sottoscritto l’atto di indirizzo congiuntamente con l’Ente d’Ambito e la provincia di Salerno affinché sia immediatamente operativa la moratoria-divieto di nuovi insediamenti per il trattamento e la gestione di qualsiasi tipologia di rifiuto sul nostro territorio.

Ho ottenuto anche il divieto a qualsiasi ampliamento dei siti già esistenti.

Lo ha reso noto il sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, dopo l'ennesimo rogo che ha interessato la città e che ha portato ad una nuova ordinanza, con la chiusura delle scuole. "Questo è uno degli obiettivi che ci eravamo prefissi e che abbiamo raggiunto. - continua il sindaco - Ora monitoreremo gli atti che il Consiglio provinciale prima e la Regione Campania poi dovranno approvare a tutela della nostra città. Attendo inoltre la convocazione ufficiale da parte della Prefettura per il Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica affinché si possa creare una sinergia per prevenire e combattere fenomeni degenerativi", ha concluso.

Il rogo

Ad andare in fiamme, la M.G.M., stabilmento che si occupa dello stoccaggio dei pneumatici: a protestare contro i rischi ambientali e sanitari provocati dalla nube tossica, cittadini, associazioni, comitati e politici, dinanzi al Comune e allo Stir. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Choc a Santa Maria di Castellabate: trovato un cadavere in spiaggia

  • Morto in spiaggia: due comunità piangono Domenico Di Sessa

  • A2 chiusa per la bomba, l'odissea di una famiglia: "Bimbi in lacrime, nessuna assistenza"

Torna su
SalernoToday è in caricamento