Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Doppio incarico, l'Agcom stronca De Luca: "E' incompatibile"

Per l'Autorità Garante della Concorrenza il sindaco viceministro di Salerno non può sedere su due poltrone nonostante non abbia ancora ricevuto le deleghe ministeriali

Vincenzo De Luca non può ricoprire contemporaneamente sia l'incarico di sindaco che di viceministro del Governo Letta, al di là del conferimento delle deleghe. Lo ha deciso l’Agcom (l’Autorità garante della concorrenza) che sul primo cittadino di Salerno aveva aperto un procedimento nelle scorse settimane. Questa mattina è stata pubblicata la delibera con la seguente decisione: «La carica di sindaco del Comune di Salerno, ricoperta dal sottosegreatrio di Stato alle infrastrutture e ai trasporti dottor Vincenzo De Luca – si legge – è incomoatibile». La delibera sarà quindi inviata sia al consiglio comunale di Salerno che ai presidenti di Camera e Senato, affinché adottino i provvedimenti conseguenti. Contro la decisione, De Luca può presentare ricorso al Tar Lazio o al presidente della Repubblica.

Di qui la precisazione di Palazzo di Città: "L'Autorità garante ha accolto la tesi di Vincenzo De Luca, secondo cui la carica di viceministro non si è ancora perfezionata a causa della mancata attribuzione delle deleghe previste per legge. In via subordinata, con la stessa delibera, l'Autorità ipotizza un presunta incompatibilità fra la carica di sindaco e la carica di sottosegretario. Si ricorda che De Luca è stato chiamato a far parte della compagine di governo per esercitare la carica di viceministro. A seguito della pronuncia dell'Autorità garante, è ormai chiaro che la presunta incompatibilità riguarderebbe una carica di sottosegretario che nessuno ha mai proposto a De Luca e che, ove proposta, non sarebbe stata accettata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio incarico, l'Agcom stronca De Luca: "E' incompatibile"

SalernoToday è in caricamento