rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Al via derattizzazione straordinaria del lungomare di Salerno

Nota dell'amministrazione comunale di Salerno

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Ha preso il via il piano di derattizzazione straordinario del Lungomare predisposto dal Comune di Salerno nell’ambito di una più generale azione di bonifica del territorio cittadino. La situazione del Lungomare è apparsa purtroppo condizionata da alcuni fenomeni relativi alla elevata frequentazione di questi luoghi con conseguenti, seppure evitabili, carichi di rifiuti, spesso di natura organica - impropriamente abbandonati dai frequentatori della passeggiata cittadina - che rappresentano un formidabile elemento di attrazione per i ratti. Le numerose e continue derattizzazioni - attraverso l’apposizione di esche rodonticide, esclusivamente nelle caditoie stradali, allo scopo, ovvio, di evitare che potessero essere raccolte dai bambini che, numerosi, frequentano il Lungomare e dagli animali di compagnia – sono state affiancate da altre azioni ritenute maggiormente incisive.
L’Unità Operativa Complessa del Comune di Salerno “Verde Pubblico”, demandata al servizio di derattizzazione, ha completato nei giorni scorsi la procedura di acquisto di appositi “dispencer” di esche rodonticide e da una settimana, sta procedendo alla loro collocazione. Purtroppo, alcuni dispencer, assicurati a punti fermi delle panchine, sono stati oggetto di atti vandalici, inducendo a modificare l’elemento di ancoraggio ora irrobustito. Pertanto si sta procedendo con il programma di installazione delle stazioni rodonticide e si prevede di completare l’intero percorso del Lungomare Trieste entro pochi giorni. La tecnica utilizzata, se non vengono “vandalizzate” le stazioni “dispencer”, è di estrema affidabilità in quanto impedisce, anche a mani piccolissime, di poter avere accesso alle esche. Analogo discorso vale per gli animali da compagnia, in particolare cani, che non hanno alcuna possibilità di attingere le esche destinate ai ratti.
Sono state disposte, infine, le affissioni di appositi avvisi per informare i cittadini della presenza delle stazioni rodonticide.
Si rivolge, conclusivamente, un appello ad una più corretta igiene in un luogo particolarmente esposto a rischi di invasività dei ratti come il Lungomare e a non diffondere scorrettamente nelle aiuole e sulle panchine contenitori con residui di cibo o bottiglie in vetro e lattine in alluminio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via derattizzazione straordinaria del lungomare di Salerno

SalernoToday è in caricamento