rotate-mobile
Politica

Trasporti, Salvini: "L'Alta Velocità non può fermarsi a Salerno"

Per il vice premier e ministro dell'Interno “serve lo sblocco dei cantieri, piccole, medie e grandi opere. Su questo il confronto all'interno del governo non prevede e non permette più perdite di tempo"

“L’Alta Velocità non può fermarsi a Salerno”. A sostenerlo è il vice presidente del consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso di una conferenza stampa convocata al Viminale al termine dell’incontro con le sigle sindacali. Insomma, la sua intenzione è di proseguire con il potenziamento su ferro dei trasporti e sulle infrastrutture.

L’annuncio

Per il leader della Lega “serve lo sblocco dei cantieri, piccole, medie e grandi opere. Su questo il confronto all'interno del governo non prevede e non permette più perdite di tempo. Non si parla solo di Tav, ma anche di alta velocità al Centro e al Sud, di porti e aeroporti, c'è un piano straordinario da 6 miliardi di euro sulla manutenzione di strade, ponti e scuole medie e superiori di competenza delle Province azzopate dalla riforma fantasma di Renzi".  Salvini ha parlato anche di riduzione dell'Imu, Tasi e riforma della giustizia civile e tributaria: "Ne parleremo col collega Bonafede"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, Salvini: "L'Alta Velocità non può fermarsi a Salerno"

SalernoToday è in caricamento