menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Processo Crescent: gli ambientalisti fanno pressing su Renzi

Italia Nostra e comitato No Crescent scrivono a Matteo Renzi, perché la Presidenza del consiglio autorizzi il Ministero dell'Ambiente a costituirsi parte civile nel processo che interessa l'opera di Bofill

Italia Nostra e comitato No Crescent scrivono a Matteo Renzi, perché la Presidenza del consiglio autorizzi il Ministero dell'Ambiente a costituirsi parte civile nel processo che interessa l'opera di Bofill. La prima udienza fissata al 23 dicembre è stata rinviata per un'irregolarità nella notifica all'ex soprintendente Giuseppe Zampino, e nello stesso giorno il Ministero ha risposto alle sollecitazioni degli ambientalisti comunicando di aver inoltrato a Palazzo Chigi la richiesta di autorizzazione a costituirsi per l'eventuale risarcimento del danno.

Ripercorrendo i reati ambientali contestati dalla Procura, le associazioni, vista la rilevanza dei reati di natura ambientale, considerato l'impatto dell'opera, attesa la valenza simbolica, anche sul piano nazionale, della battaglia contro l'ecomostro Crescent, invitano ad esprimere parere positivo per la costituzione di parte civile del Ministero dell'Ambiente nel procedimento penale di cui in oggetto, concludono gli ambientalisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento