menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune autorizza la moschea, l'ira del centrodestra: "Si faccia un referendum"

Il coordinatore di Forza Italia Antonio Roscia e il capogruppo dei caldoriani Raffaele Adinolfi lanciano l'allarme sicurezza e chiedono all'amministrazione comunale di ascoltare i cittadini

Scoppia la polemica dopo la decisione del Comune di Salerno di autorizzare l’apertura di una moschea su Corso Vittorio Emanuele. A scendere in campo è l’opposizione di centrodestra, con il coordinatore cittadino di Forza Italia Antonio Roscia che pone alcuni quesiti: “Abbiamo riflettuto bene su chi siano coloro i quali hanno aperto questa moschea o luogo di culto islamico nel centro di Salerno ? Li conosciamo? L'anno scorso De Luca voleva autorizzare l'apertura di una moschea ai fedeli della Mouride di Touba. Ed oggi chi sono i fedeli islamici che vogliono aprire questa moschea? Sicuri che non si creino inimicizie con altri fedeli di altre correnti teologiche islamiche tra di loro contrapposte ? Sunniti, sciiti, ahmadiyya, mouride, alawiti, drusi. Qualcuno ha dimenticato che sunniti e sciiti non vanno d'accordo tra di loro? E' stata autorizzata la destinazione d'uso? Sono rispettate le norme di pubblica sicurezza? Ma è lecito avere una risposta dal sindaco facente funzioni Napoli che non si limiti ad una semplice presa d'atto da parte del Comune?”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il capogruppo Raffaele Adinolfi: “Come al solito una decisione imposta dall'alto. Una decisione non condivisa con la cittadinanza. Una decisione a mio giudizio non matura. Nulla di pregiudiziale contro i musulmani che ovviamente non sono tutti terroristi e vanno rispettati, ma l'integrazione si fa per piccoli passi e progressivi. Oggi Salerno non è pronta. Salerno non sa se si predicherà in italiano. L'Islam è articolato, Salerno non sa di quale gruppo si tratta. Salerno non sa se gli islamici salernitan' hanno pubblicamente condannato il terrorismo islamico? Solo dopo un ampio dibattito, una conoscenza ed una fiducia reciproca si può autorizzare una moschea a Salerno. Si apra un dibattito pubblico e poi si faccia un referendum consultivo. Decidano i salernitani non un sindaco condannato, sospeso, reintegrato decaduto e, forse, candidato. Salerno merita di più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Lotto tecnico: nuove vincite per i lettori, i numeri

  • social

    Lotteria degli scontrini: i codici della seconda estrazione

  • social

    Prignano Cilento, dopo 50 anni ritorna l'aquila sul Monumento ai Caduti

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento