Arechi Multiservice, presentata la richiesta di concordato preventivo: è polemica

Il presidente della Provincia Canfora si difende: "In questo modo garantiamo i livelli occupazionali". Ma il capogruppo Fdi Fabbricatore lo incalza: "E' il fallimento della gestione del Pd"

La sede della Provincia di Salerno

Troppi debiti, pochi introiti, una gestione sempre piu’ difficile e complicata. Sono queste le ragioni che, nei giorni scorsi, hanno portato Alfonso Tono, amministratore unico della Arechi Multiservice Spa, società di proprietà dell’amministrazione provinciale, a depositare in Tribunale, per il tramite dell’avvocato Gianmatteo Noschese, la richiesta di concordato preventivo. Un tentativo di evitare il fallimento, sempre che i creditori accettino le proposte che nei prossimi giorni verranno formulate ma nel frattempo quello che appare buio è il futuro dei dipendenti dell’azienda, nata per gestire la manutenzione delle scuole e delle strade di competenza della Provincia di Salerno.

Le reazioni

Il presidente della Provincia Giuseppe Canfora spiega: ““Il concordato preventivo in bianco è stato depositato ad opera dell’amministratore unico in quanto la massa debitoria accumulata negli anni passati metteva in serio pericolo la continuità aziendale della Arechi Multiservice Spa. Infatti con tale atto si interrompono tutti gli attacchi da parte dei fornitori e contemporaneamente si garantirà la continuità aziendale come sancito nel consiglio Provinciale in data 31.01.2018 nel quale veniva approvato il Piano Industriale per il risanamento e rilancio dell’azienda. A conferma di ciò e per garantire il livello occupazionale, in questi giorni si stanno stipulando con Arechi, nuove convenzioni per i settori strategici (strade, scuole, musei e vit,) con scadenza 2020”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Critico, invece, il capogruppo di Fratelli d’Italia Giuseppe Fabbricatore: “La richiesta di concordato preventivo da parte dei vertici dell’Arechi Multiservice, che sotto la gestione Pd ha accumulato debiti per oltre 5.000.000 di euro, è tutto merito della Premiata Ditta Canfora-Strianese. “Ai lavoratori della Arechi la mia totale solidarietà ma per il Presidente della Provincia e per il suo consigliere delegato alle partecipate si tratta di un fallimento politico senza appelli. Anzichè giocare con le feste di paese, con la fascia da affidare a questo o a quel delegato, bene avrebbero fatto, Canfora e Strianese, ad occuparsi del futuro di una azienda strategica per tutta la Provincia di Salerno e soprattutto dei lavoratori della stessa.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento