Politica

Rete di asili nido a Salerno, Savastano: "Da anni siamo tra le prime città d'Italia e primi nel Mezzogiorno"

Savastano replica ad una candidata d'opposizione: "Consiglierei alla candidata sindaca, forse vittima della concitazione di questi ultimi giorni di campagna elettorale, di informarsi meglio prima di rilasciare interviste"

Ho appreso da un’intervista rilasciata da una candidata sindaca di Salerno ad una nota emittente locale, che Salerno sarebbe al 92° posto per dotazione di posti in asili nido.

Credo che la candidata abbia preso un grosso abbaglio, citando nella sua dichiarazione un dato su scala provinciale. Vorrei ricordare che il 3 e 4 ottobre si vota per la città di Salerno e non per la Provincia. 

Lo ha detto Nino Savastano, assessore comunale alle Politiche Sociali di Salerno: "La città di Salerno, grazie all’operato di questa amministrazione e di quelle che l’hanno preceduta, è da anni tra le prime città d’Italia, e la prima nel Mezzogiorno, con una percentuale del 27,5% per dotazione di posti in rapporto alla popolazione 0-3 anni. - continua l'assessore - E i nove asili nido presenti nei diversi quartieri cittadini, ai quali si aggiungono anche i diversi servizi integrativi messi a disposizione delle famiglie dal Settore Politiche Sociali, sono strutture di assoluta eccellenza e guidate da personale altamente qualificato. L'offerta sarà a breve ulteriormente ampliata con la realizzazione di altre due strutture (a Monticelli e in via Trotula) già finanziate nel Piano Infanzia della Regione Campania.  Consiglierei, dunque, alla candidata sindaca, forse vittima della concitazione di questi ultimi giorni di campagna elettorale, di informarsi meglio prima di rilasciare interviste. Salerno è e resterà un modello nazionale nel campo delle politiche sociali e dei servizi alla persona", ha concluso l'assessore.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete di asili nido a Salerno, Savastano: "Da anni siamo tra le prime città d'Italia e primi nel Mezzogiorno"

SalernoToday è in caricamento