Atena Lucana, Cirielli presenta un'interrogazione sui due casi di schistosomiasi

Il deputato di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale: "Da tempo denunciamo la necessità di porre adeguata attenzione al rischio contagio da malattie infettive legate ai flussi migratori. Il governo intervenga"

Cirielli

Dopo i primi casi in Italia di schistosomiasi, malattia tropicale infettiva, che ha contagiato due ragazzi provenienti dal Mali, ospiti di un centro d’accoglienza di Atena Luca ed ora ricoverati all’ospedale di Eboli, il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Edmondo Cirielli annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare per sapere “se il governo ha adottato tutte le misure di prevenzione e profilassi del caso per proteggere i cittadini”.  “Da tempo – dichiara l’esponente della destra salernitano – denunciamo la necessità di porre adeguata attenzione al rischio contagio da malattie infettive legate ai flussi migratori. Ci auguriamo che il governo intervenga e non sottovaluti anche questa problematica connessa all’immigrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • "C'è una bomba a Fratte": strade chiuse al traffico e artificieri all'opera, ma è un falso allarme

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

Torna su
SalernoToday è in caricamento