rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Politica

De Luca (PD): “Nessuna autonomia contro il Sud. Carfagna ci parli della proposta della Gelmini"

Il vice capogruppo del Pd (candidato nel listino di Salerno) replica al ministro per il Sud passata con Calenda

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“Continuiamo ad ascoltare proclami scomposti sull'Autonomia differenziata. Salvini propone di approvare la proposta leghista nel primo Cdm. La Ministra Carfagna ieri con la sua solita simpatia prova a fare un'ironia da quattro soldi per mistificare la realtà su un argomento che la vede in imbarazzo. Chiariamo giusto per amore di verità che difendere le soglia "minima" del 40% delle risorse del Pnrr non è assolutamente in contraddizione con le battaglie di chi ritiene opportuno aumentare ulteriormente quelle risorse per il Sud. E soprattutto le ricordiamo, qualora lo avesse dimenticato, che è appena entrata nel suo nuovo partito insieme alla Ministra Gelmini, che aveva predisposto una bozza finale di autonomia devastante per il Sud. Ci spieghi questo, invece di lasciarsi andare a provocazioni personali ineleganti, non degni della sua consueta compostezza. Ci spieghi come fa a mettersi d'accordo nello stesso partito con chi ha un'idea di Autonomia differenziata che lei stessa ha duramente contestato pochi mesi fa, peraltro insieme a tutti noi del Partito Democratico. Chiariamolo bene ancora una volta. Né la proposta Salvini né quella Gelmini sono sostenibili per il Sud e il Paese. Nessuna garantisce, infatti, la definizione preliminare dei Livelli essenziali delle prestazioni, il superamento immediato della spesa storica per assicurare i servizi fondamentali, e addirittura entrambe lasciano aperta la possibilità di un utilizzo di risorse in compartecipazione al gettito tributario prodotto in alcune Regioni, senza alcuna previsione espressa peraltro di fondi e strumenti di perequazione. Così configurate, le proposte Salvini e Gelmini farebbero saltare il Mezzogiorno. Non consentiremo di far venir meno il principio sancito dalla nostra Carta di unità, coesione e solidarietà nazionale. Solo il Partito democratico ha detto una cosa chiara: non esiste altra ipotesi di Autonomia se non quella che consente di rendere più efficienti le prestazioni ma in tutto il Paese, senza spaccare in due l'Italia condannando il Mezzogiorno a restare fanalino di coda per servizi, diritti e opportunità, quando potrebbe essere traino per l’Italia intera”. Così Piero De Luca, vice capogruppo del Pd e candidato in Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca (PD): “Nessuna autonomia contro il Sud. Carfagna ci parli della proposta della Gelmini"

SalernoToday è in caricamento