menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I tre consiglieri comunali

I tre consiglieri comunali

"Azione" si radica a Salerno: Gallo coordinatore, Naddeo capogruppo al Comune

Il consigliere comunale Antonio D'Alessio è stato scelto come coordinatore regionale della Campania

Dopo aver spento la prima candelina, Azione – il partito fondato e guidato a livello nazionale da Carlo Calenda e Matteo Richetti – perfeziona la struttura organizzativa sul territorio provinciale di Salerno, passaggio politico e programmatico fondamentale per potersi preparare al meglio in vista delle imminenti sfide elettorali ed in particolare il rinnovo di molte amministrazioni comunali, tra cui anche la città capoluogo. Salerno rappresenta in prospettiva - nell’ambito del territorio campano - una delle principali “risorse” di Azione, tanto da essere “premiata” con la nomina del consigliere comunale Antonio D’Alessio a coordinatore regionale del partito. 

Le nomine

Con l’approvazione del coordinamento nazionale – poi - sono stati nominati i due coordinatori provinciali del partito, Luca Forni e Fabio Maglione. I due coordinatori saranno affiancati da una segreteria composta da Anna Luisa Buongiorno (responsabile Pari Opportunità), Gianfranco Trotta (responsabile Organizzativo), Antonio Malangone (responsabile Enti Locali), Corrado Naddeo (capogruppo di Azione al comune di Salerno) e Leonardo Gallo (coordinatore cittadino di Salerno).  Giusto e doveroso sottolineare come il partito di Calenda e Richetti abbia deciso di strutturare i coordinamenti cittadini per le realtà di Napoli e Salerno, sia per la complessità dei territori, sia per risposta che dagli stessi è giunta in questo primo anno di vita di Azione. A Salerno città – che vanta il gruppo consiliare più grande d’Italia – il coordinatore cittadino Gallo ed il capogruppo consiliare Naddeo, insieme a D’Alessio, stanno portando avanti con efficacia molte iniziative volte a stimolare l’amministrazione comunale, rappresentando – specie in questa fase politica così delicata – un pungolo incessante per migliorare l’azione pubblica, lanciando proposte immediatamente “cantierabili” per rispondere alle istanze della collettività salernitana.

I commenti 

“Stiamo procedendo a ritmi serrati nella strutturazione del partito – ha confermato il coordinatore regionale D’Alessio – grazie all’impegno e la costanza di tanti militanti che in questi mesi hanno lavorato per consentire ad Azione di radicarsi nelle singole realtà del territorio provinciale di Salerno. Passo dopo passo, il partito cresce e sta diventando nel panorama politico nazionale e locale un chiaro punto di riferimento per tutti i cittadini che mirano ad una visione altra della politica, fatta di pragmatismo e concretezza, di esperienze e programmi chiari per il bene della collettività”. “Proseguiamo il duro lavoro iniziato oltre un anno fa – conferma Forni – che ci ha portato all’apertura dei comitati cittadini di Azione in diverse realtà della nostra provincia e con le prime presenze elette all’interno delle amministrazioni comunali”. Infine, Maglione ha sottolineato come “Azione sarà certamente un punto di riferimento per la politica locale e nazionale. Il nostro mantra non è solo denunciare e far emergere le problematiche delle nostre città, ma proporre soluzioni concrete e fattibili alle stesse”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento