rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

"Basta proroghe, si bandiscano concorsi nel rispetto della legge": il monito di Celano al direttore del Ruggi

Celano: "Il Direttore generale dovrebbe, dunque, immediatamente intervenire per verificare ed eventualmente porre fine alle eventuali anomalie evidenziate, individuando tutti i dirigenti dei vari reparti con procedure di concorso trasparenti"

Non è più possibile tollerare che nel principale nosocomio della città, nel mentre con celerità si procede a bandire concorsi per l’individuazione di primari in taluni reparti, per altri si persiste a prorogare i responsabili facenti funzioni ex art. 30 (precedentemente art. 18), prescindendo da quanto previsto dalla normativa.

Si rammenta, infatti. che tale procedura consentirebbe la nomina di un facente funzione al massimo per un periodo di 6 mesi, con possibilità di proroga per uguale periodo  (ulteriori 6 mesi). Al “Ruggi”, invece, si procederebbe in taluni casi, in maniera anomala, a prorogare il suddetto incarico per svariati anni, senza bandire, come sarebbe dovuto, i relativi concorsi.

Lo denuncia il consigliere comunale salernitano di Forza Italia, Roberto Celano: "Non è comprensibile e, dunque, desta sospetti il motivo per cui si bandiscano con solerzia concorsi per “nominare” primari in alcuni reparti (spesso con un numero di partecipanti incredibilmente limitato), nel mentre per altre divisioni specialistiche si prorogherebbe allo stesso professionista l’incarico di facente funzioni per svariati anni come, solo a titolo esemplificativo, sembrerebbe accadere per il centro trasfusionale per cui dal 2011, con breve interruzione,  la direzione del reparto sarebbe “affidata” allo stesso professionista  facente funzione, con incarico periodicamente prorogato, con procedura, invero, di dubbia legittimità. - ha continuato Celano -Il Direttore generale dovrebbe, dunque, immediatamente intervenire per verificare ed eventualmente porre  fine alle eventuali anomalie evidenziate, individuando  tutti i dirigenti dei vari reparti con procedure di concorso trasparenti, al fine di evitare prevedibili sospetti. Le Autorità demandate al controllo dovrebbero, altresì, vigilare con attenzione su quanto accade nei nosocomi, nella considerazione che la tutela della salute rappresenti una priorità non derogabile", ha concluso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta proroghe, si bandiscano concorsi nel rispetto della legge": il monito di Celano al direttore del Ruggi

SalernoToday è in caricamento