rotate-mobile
Politica

Elezioni a Baronissi, Sangiuliano tira la volata a Siniscalco e si impegna a riaprire la Villa Romana

La nota stampa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano tira la volata a Tony Siniscalco, candidato sindaco di Baronissi del centrodestra unito, che ieri ha ufficialmente aperto la sua campagna elettorale a Sava, nei pressi della Villa Romana. Un avvio della corsa elettorale, quello di Siniscalco, contraddistinto da una grande partecipazione da parte di militanti e sostenitori, in una location scelta non a caso: è evidente, infatti, la situazione di abbandono e degrado in cui versa un sito di rilevante importanza culturale, e dal notevole potenziale turistico ancora inespresso. Una situazione che accomuna, purtroppo, la città nel suo insieme, come evidenziato in più occasioni, anche precedenti, dal candidato del centrodestra unitario. Alle criticità che oggi caratterizzano il sito culturale, così come tanti altri punti d'interesse presenti in città, si potrà dare una risposta soltanto facendo leva, da un lato, sulla buona amministrazione della prossima giunta, dall'altro, sulla filiera istituzionale con gli esponenti del governo competenti sul tema. "Il Ministro Sangiuliano ha ancora una volta dimostrato grande attenzione verso il nostro territorio, tanto affascinante quanto poco valorizzato - ha commentato il candidato sindaco Tony Siniscalco a margine del comizio di apertura della campagna elettorale - E si è assunto personalmente l'impegno ad aprire questo sito dimenticato". All'attenzione alla Villa Romana si aggiunge anche quella per le frazioni: in tutte, infatti, si riscontrano criticità e disservizi che sono l'espressione di dieci anni di cattiva amministrazione da parte di Gianfranco Valiante e dei suoi aspiranti eredi. Dobbiamo puntare sulle infrastrutture e sulle strutture di questo territorio,  cominciando dalla scuola elementare, sita proprio nella frazione di Sava; "Proprio su questo punto il candidato sindaco del centrodestra unitario ha sferrato un attacco al centrosinistra che governa non solo la città ma anche la Regione Campania: "De Luca disse che avrebbe riaperto la scuola  in tempi brevi; sono passati 5 anni , e la situazione è ancora ferma al palo. Il nostro impegno sarà di accelerare e  vigilare i lavori per ridare al più presto la scuola ai bambini di Sava ". Non solo i plessi scolastici, ma anche le strade sono al centro dell'attenzione da parte del candidato sindaco del centrodestra: "miglioreremo la viabilità e riqualificheremo ogni angolo abbandonato di questa frazione". Sguardo rivolto anche ai grandi progetti per il futuro della città: "La nostra visione di città dello sport e della medicina è diversa rispetto a quella che si proporrà oggi per pura propaganda pre-elettorale: non siamo per inaugurare l'ennesima aiuola, ma per dare slancio ad un futuro prospero e realmente solidale a Baronissi. Lo meritano i suoi cittadini ai quali, nell'ultimo decennio in particolare, non è stata data l'attenzione che meritavano", ha concluso Siniscalco.Nel suo discorso il candidato sindaco Siniscalco ha poi toccato gli altri punti rilevanti del suo programma, tra cui sociale, famiglia, pari opportunità, sicurezza e legalità, ambiente e sostenibilità e amici a quattro zampe, oggetto di approfondimento anche in altre frazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Baronissi, Sangiuliano tira la volata a Siniscalco e si impegna a riaprire la Villa Romana

SalernoToday è in caricamento