Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Bilancio fantasma, dalla commedia alla tragedia

L’opposizione: «Inspiegabile il silenzio dell’Assessore, che ne aveva annunciato l’approvazione»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Nella giornata di ieri, visto che lo schema di bilancio di previsione del Comune di Cava de’ Tirreni non era stato ancora pubblicato, il Prefetto ha disposto la notifica a tutti i consiglieri comunali della diffida a provvedere.

La vicenda della delibera che approva lo schema di bilancio di previsione sta scadendo oramai nel ridicolo. O almeno così si potrebbe dire, se non si trattasse di una questione che, per le sue ripercussioni, rischia di trasformarsi in tragedia. Un comunicato dell’Assessore al Bilancio lo dava per approvato già il 5 settembre, ma finora nessuno lo ha visto. E questo, data l’importanza del documento per la vita politico amministrativa comunale e per le sue ripercussioni sui cittadini cavesi, è già grave.

Una richiesta di averne copia - come è loro preciso diritto - fatta dai consiglieri comunali di opposizione la mattina di mercoledì 8 settembre, e indirizzata alla Segretaria Comunale (custode della legittimità degli atti del Comune e Responsabile della Trasparenza) e al Dirigente dell’area economico-finanziaria (Responsabile del procedimento) è rimasta, fin qui, senza nessuna risposta. E questo è ancora più grave.

Alla fine anche il Prefetto di Salerno deve essersi stancato, visto che ha deciso di diffidare il Comune di Cava affinché provveda all’approvazione del bilancio di previsione entro venti giorni, pena la nomina di un commissario ad acta. L’amministrazione Servalli non ha saputo risparmiare alla città nemmeno l’umiliazione della tirata d’orecchi arrivata dalla Prefettura. E rischia di farle avergliene avere anche un’altra: quella dell’arrivo di un funzionario esterno per l’incapacità di predisporre un atto di competenza comunale quale, appunto, il bilancio di previsione.

Chi resta in una posizione incomprensibile è l’assessore al Bilancio, avvocato Antonella Garofalo. Ha annunciato con un asciutto comunicato l’avvenuta approvazione del bilancio di previsione e poi non ha parlato più, nemmeno di fronte agli interrogativi sollevati dalla stampa.

Si tratta di imbarazzo? Di indecisione? Le è stato detto di non pronunciarsi sulla questione?

I consiglieri di opposizione hanno sempre avuto stima e considerazione per l’assessore Garofalo, che è uno dei pochi amministratori capace di intervenire in maniera sensata sulle questioni sottopostele in Consiglio Comunale. Per questo è opportuno che almeno lei esca dall’equivoco.

I gruppi consiliari di

La Fratellanza, Siamo Cavesi, Fratelli D’Italia e Forza Italia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio fantasma, dalla commedia alla tragedia

SalernoToday è in caricamento