Rete per i beni comuni, De Martino in campo con Santoro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Salve a tutti, questa volta ho accettato la proposta di candidarmi al Consiglio Comunale per la mia, la nostra città  da sempre penso e agisco in rete con le Realtà sociali del territorio nell'interesse dei Beni Comuni..credo sia arrivato il momento che si chiuda un ciclo amministrativo per creare un ponte diretto tra il Comune di Salerno, i giovani,  e il variegato e ricco mondo dell'associazionismo della nostra città che mi sento di poter rappresentare, (dopo l'esperienza consolidata negli anni scorsi con la Rete dei Giovani per Salerno e il Circolo Legambiente Salerno "Orizzonti", nonché dopo l’esperienza lavorativa e culturale con la promozione del Centro Informagiovani Salerno gestito dall’Arci ) un mondo, quello dell'associazionismo, che ho visto quasi sempre ignorato e non coinvolto nei processi di crescita del territorio salernitano, un mondo fatto di persone che volontariamente animano e arricchiscono la nostra città e quando chiedono l'utilizzo di uno spazio pubblico si sentono come se chiedessero un cortesia, un favore!

Mi rivolgo anche a chi, in questi anni, criticava l'assenza dei giovani nella vita amministrativa della nostra città, ai tanti genitori che vorrebbero che i loro figli rimanessero nella propria città natale per lavorare e migliorare il tessuto sociale del luogo, a chi crede da sempre, come me, che Salerno ha tutte le potenzialità per diventare un paradiso dove vivere e ( guardo il panorama) questo luogo è il simbolo della mia idea di città dove la natura se tutelata vuol dire ambiente, tutela e valorizzazione di un territorio, vuol dire turismo ovvero come lavoro soprattutto per i giovani che non vogliono e non possono essere solo volontari. Il mare con le colline salernitane sono la più grande risorsa che già abbiamo ma che non si è riusciti a valorizzare. Ma per fare ciò occorre coinvolgere i cittadini nei processi di cambiamento.. cominciando davvero ad ascoltarli!.. permettiamo a giovani under 40 come me, di amministrare la nostra e la vostra Salerno abbandonando l'idea di una città amministrata da un solo uomo al comando. Pensare che Salerno possa avere un sindaco giovane come Dante Santoro può essere il simbolo di una svolta storica e generazionale per Salerno ma con un patto tra generazioni!

Programma
•    Promozione della cittadinanza attiva attraverso la partecipazione diretta dei cittadini con incontri di quartiere, la ricostituzione delle Circoscrizioni comunali (ospitate in sedi pubbliche senza nessun costo aggiuntivo per le casse comunali), l’ istituzione della Consulta delle Associazioni e del Forum dei Giovani di Salerno dando così continuità al progetto “Salerno in Rete” della Rete dei Giovani per Salerno.
•    Predisposizione di punti informativi e di accoglienza in ogni quartiere della città, e di uno sportello informativo aperto tutti i giorni all’interno di una o più sedi comunali per raccogliere suggerimenti e segnalazioni inerenti alle scelte ammnistrative. 
•    Introduzione del bilancio Comunale partecipato per evitare sprechi di denaro pubblico e per rendere partecipi e consapevoli i cittadini riguardo l’uso dei loro soldi.
•    Valorizzazione del Turismo e dell’ Ambiente attraverso la tutela della Risorsa Mare, la riqualificazione di  tutto il litorale cittadino e attraverso la creazione di posti di lavoro nella sfera vasta della Green economy ( per esempio con il sevizio navette/taxi ecologiche su gomma o sull’acqua , le visite guidate a piedi per turisti e salernitani, il ritiro a domicilio dell’olio esausto domestico da destinare alle isole ecologiche, ecc.)soprattutto per i  tanti giovani salernitani che solitamente cercano fortuna fuori dalla nostra città.
•    Promozione della Mobilità sostenibile attraverso:  ciclabilità di tutta la parte pianeggiante della città e tutto il tratto della LungoIrno monte -mare , predisposizione di un servizio continuo di navette dalle zone periferiche e collinari della città verso il centro e viceversa e di una rete di trasporto urbano anche notturno,  il potenziamento e miglioramento dei trasporto pubblico con incentivi al suo utilizzo, potenziamento del servizio di traporto su ferro fino all’ Aeroporto e l’Università,  promozione del bike/car sharing, car pooling e dell’uso di mezzi ecologici, l’istituzione delle aree a 30 km/h. 
•    Totale accessibilità ai disabili e a tutte le fasce deboli in ogni angolo della città attraverso la repressione del parcheggio selvaggio di mezzi privati di traporto, evitando così per esempio l’occupazione delle aree di fermata dei bus e delle discese dei marciapiedi per disabili. 
•    Premialità e riduzione della Tarsu per chi differenzia bene i rifiuti e obbligo di lavoro socialmente utile per chi non rispetta le regole della differenziazione dei rifiuti stessi.
•    Valorizzazione e promozione della cultura e dell’arte attraverso eventi, concorsi/bandi pubblici e la valorizzazione di beni culturali già esistenti. 
•    Rendere possibile e costante la partecipazione di artisti salernitani ad eventi di richiamo come il capodanno in piazza!
•    Istituzione di una biblioteca universitaria e comunale
•    Avvicinamento culturale dell’Università degli Studi di Salerno alla città madre con una programmazione costante di eventi comuni e la predisposizione di un punto informativo/accoglienza per conoscere le attività dell’Ateneo salernitano. 
•    Una attenta politica di affidamento di spazi pubblici o privati a cittadini ed associazioni per una veloce riqualificazione di tanti luoghi della città e per possibilità lavorative ,a cominciare per esempio con la realizzazione degli orti urbani. 
•    Riqualificazione degli argini del fiume Irno rendendoli fruibili ed accessibili e valorizzazione del fiume come una risorsa ambientale ed occupazionale per la città. 
•    Realizzazione di aree giochi attrezzate per bambini di diverse età,  in particolare sulla parte costiera della città, di aree dove praticare attività sportive e  di parchi naturali nelle zone a valle e a monte dei quartieri collinari. 

Vi chiedo di sostenerci in questo progetto di partecipazione dal basso della società civile alla vita del Consiglio Comunale: www.lafabbricadelleideesalerno.it, un progetto fatto di idee che ovviamente saranno portate avanti al di là dell'esito elettorale ma è indubbio che la nostra presenza nel prossimo Consiglio Comunale darà maggior efficacia a questo percorso comune!

Grazie dell’attenzione e del sostegno.
Cordiali saluti
Gianluca De Martino 

Torna su
SalernoToday è in caricamento