Politica

"A Cappelle mancano i servizi essenziali": la denuncia della candidata sindaco Elisabetta Barone

La Barone: "Il mio impegno è al servizio di tutti i cittadini, senza fare distinzioni in base a dove vivono. Cappelle è un luogo davvero bello, andrebbe riqualificato e restituito alla città con un progetto dedicato"

"Non vogliamo grandi cose: chiediamo corse più regolari degli autobus, un presidio delle forze dell'ordine, per contrastare lo spaccio di droga, un parchetto ben tenuto per i bambini": queste le richieste dei residenti di Cappelle, nella zona collinare di Salerno, raccolte dalla candidata sindaco di Salerno, Elisabetta Barone.  "Nei giorni scorsi ho visitato questo quartiere della città, è bastato parlare con le persone per capire quello che manca: non ci sono i servizi essenziali - dallo spazzamento di strade e marciapiedi all'illuminazione pubblica; non c’è sicurezza - per il mancato controllo delle forze dell'ordine; non ci sono luoghi di aggregazione per grandi e piccoli", ha detto la Barone.

"Ho visto con i miei occhi come il verde non viene valorizzato e ciò che resta del parco giochi per bambini: una colata di cemento in mezzo ad un recinto, senza giochi né giostrine, con l'erba arsa dal sole. E poi, microdiscariche che non vengono ripulite nonostante le segnalazioni ed una sensazione diffusa di abbandono. - continua la candidata- Nel periodo delle Luci d'Artista, l'aria di festa si respira solo in centro, qui da noi nessun segno che facciamo parte della stessa città", affermano amareggiate le persone del quartiere. Il mio impegno è al servizio di tutti i cittadini, senza fare distinzioni in base a dove vivono. Cappelle è un luogo davvero bello, andrebbe riqualificato e restituito alla città con un progetto dedicato", ha concluso la Barone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Cappelle mancano i servizi essenziali": la denuncia della candidata sindaco Elisabetta Barone

SalernoToday è in caricamento