rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Morte detenuto del carcere di Salerno, il deputato Morrone: "Urge una riforma"

L'episodio avvenuto ieri nel carcere di Salerno riaccende la polemica sul sistema penitenziario e sulla chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari

"La chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari è avvenuta troppo frettolosamente". Ad affermarlo il parlamentare della Lega Jacopo Morrone in una nota in cui commenta quanto accaduto ieri nel carcere di Salerno, dove un detenuto in isolamento dopo aver aggredito un agente con un coltello rudimentale sarebbe deceduto in ospedale per infarto.

L'intervento

Gli ultimi casi avvenuti sul territorio nazionale, secondo Morrone, portano alla conclusione che non sia più rinviabile una riforma del sistema "che sopperisca alle carenze denunciate da anni dalla Polizia penitenziaria" a cominciare dal numero elevato di detenuti psichiatrici "ristretti in istituti carcerari ordinari dove mancano adeguati strumenti di sostegno e dove sono gli agenti a doversene prendere carico". "Forse - prosegue Morrone - la chiusura degli Opg è avvenuta troppo frettolosamente mentre, in modo contestuale, non sono stati risolti i problemi collegati alle Rems, esplicitati in modo chiaro in una recente sentenza della Corte Costituzionale che parla di un grave malfunzionamento strutturale del sistema di applicazione dell'assegnazione in queste residenze, con centinaia di persone, spesso gia' giudicate colpevoli di reati gravi, in lista attesa che aspettano dai dieci mesi in su". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte detenuto del carcere di Salerno, il deputato Morrone: "Urge una riforma"

SalernoToday è in caricamento