Cava: la posizione di Siamo Cavesi sulle posizioni organizzative al Comune

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il gruppo consiliare “Siamo Cavesi” esprime la sua contrarietà alla modifica delle regole che disciplinano l’attribuzione degli incarichi di posizione organizzativa ai dipendenti comunali.

La proposta formulata dal Sindaco di Cava Vincenzo Servalli prevede infatti che, a differenza di quanto accade oggi, tali incarichi, che attribuiscono funzioni e responsabilità quasi dirigenziali, possano essere affidati anche a personale non in forza al Comune di Cava, e quindi chiamato dall’esterno in regime di comando e distacco.

Si tratta di una scelta priva di logica organizzativa, perché non si comprende per quale motivo incarichi di alta responsabilità e delicatezza, come quelli in questione, possano essere dati a personale che, provenendo da altre amministrazioni, non conosce la realtà amministrativa di Cava e le esigenze del territorio.

La proposta suona inoltre come una umiliazione per gli impiegati apicali di ruolo del Comune di Cava, perché ne frustra le legittime aspirazioni e si risolve, implicitamente, in un giudizio negativo sulle loro capacità, nonostante il fatto che questa medesima amministrazione, in sede di valutazione annuale, abbia sempre espresso giudizi lusinghieri sull’operato dei medesimi impiegati. Si tratta insomma di una ipotesi insensata, che ha già provocato una dura reazione da parte dei sindacati e che si presta a manovre strumentali se non clientelari.

Il gruppo consiliare “Siamo Cavesi” invita quindi il Sindaco a desistere dal proprio progetto e a porre piuttosto mano a un serio programma di qualificazione delle professionalità esistenti.

Torna su
SalernoToday è in caricamento