menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrale del Latte in vendita, l'ira di Fdi: "La Giunta De Luca baratta i lavoratori"

Il portavoce Rosario Peduto: "Siamo preoccupati per la cancellazione nel bando della clausola di salvaguardia per i lavoratori, che obbligava i futuri acquirenti a garantire gli attuali livelli occupazionali"

La Giunta Comunale di Salerno, nel corso di una riunione straordinaria, ha votato nuovamente per la cessione delle quote della Centrale del Latte, avviando di fatto il percorso per l’emanazione di un secondo bando di gara. Un bando dove però ci sarà una piccola ma sostanziale differenza rispetto al capitolato precedente: non si chiederà più di garantire gli attuali livelli occupazionali, nel tentativo di  rendere evidentemente ancora più appetibile ai potenziali acquirenti la loro futura azione d’impresa nella Centrale.

Sulla questione interviene Rosario Peduto, portavoce cittadino di Fdi-An, dichiarando: “La novità che, a riguardo, desta la nostra attenzione e preoccupazione, è la cancellazione nel bando in formulazione della clausola di salvaguardia per i lavoratori, che obbligava i futuri acquirenti a garantire gli attuali livelli occupazionali: una scelta scellerata che va assolutamente contrastata e che fa evincere in maniera plateale il disinteresse totale dell’amministrazione per la sorte dei lavoratori laddove questi possono eventualmente diventare un ostacolo per una cessione diventata unica ancòra di salvezza per casse comunali al limite del dissesto ed un bilancio sempre più disastrato. Il nostro partito fin dall’inizio ha espresso la sua perplessità circa la privatizzazione “selvaggia” che si andava a fare dell’unica municipalizzata economicamente “produttiva”.

"Ma - continua Peduto - soprattutto fin dall’inizio abbiamo difeso, nell’eventualità della cessione, le ragioni del lavoro e dei lavoratori, ragion per cui, di fronte alla cancellazione nel bando in fieri della clausola di salvaguardia, intendiamo da subito raccordarci con tutte quelle  forze  politiche e sindacali che vogliono difendere realmente, nelle piazze e nell’aula consiliare, i lavoratori della Centrale, lavoratori che l’ammistrazione comunale vuole sconsideratamente barattare per passare più rapidamente all’incasso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento