Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Chiusura ospedale di Agropoli, il "no" di sindaci e politici

I sindaci di Agropoli e Castellabate e gli esponenti politici Pica, Antonio e Gianfranco Valiante e Petrone si sono schierati contro la chiusura del presidio ospedaliero

L'ospedale di Agropoli

No alla chiusura del presidio ospedaliero di Agropoli: il coro si leva da parte di alcuni sindaci del territorio e da diversi esponenti politici a livello provinciale e regionale. In una lettera inviata, tra gli altri, al presidente della giunta regionale Stefano Caldoro, al sub commissario alla Sanità Mario Morlacco, al presidente della V commissione Sanità Michele Schiano di Visconti e al direttore generale dell'Asl Salerno Antonio Squillante, i consiglieri regionali Donato Pica, Antonio e Gianfranco Valiante e Anna Petrone chiedono che sia sospeso il provvedimento di chiusura della struttura ospedaliera. La richiesta nasce dopo che nei giorni scorsi si era fatta sempre più insistente la voce della chiusura del presidio ospedaliero agropolese da parte della direzione dell'Asl salernitana. Oltre alla sospensione del provvedimento di chiusura, i consiglieri regionali chiedono anche la convocazione di una seduta della Commissione Sanità.

A difesa dell'ospedale di Agropoli sono intervenuti inoltre i sindaci di Agropoli e Castellabate, ossia Franco Alfieri e Costabile Spinelli. "Noi rappresentanti delle istituzioni locali - ha scritto il sindaco di Agropoli in una lettera inviata ai primi cittadini del territorio cilentano - abbiamo il dovere di alzare l'attenzione su tale problematica e di manifestare il nostro dissenso con un'azione forte e decisa. Il presidio ospedaliero di Agropoli, l'unico presente sulla fascia costiera tra Salerno e Sapri, garantisce il diritto alla salute ad un'utenza di oltre 80mila residenti che nei mesi estivi raggiunge punte di circa 500mila presenze, permettendo tempi rapidi di primo soccorso ed assistenza sanitaria. A testimonianza di ciò gli oltre 20mila accessi annuali al pronto soccorso".

"L'ospedale di Agropoli - ha commentato Costabile Spinelli, sindaco di Castellabate - non deve chiudere, è troppo importante per il nostro territorio. Sono pronto a dare il mio sostegno a qualsiasi iniziativa si renda necessaria per la difesa del presidio la cui esistenza, in questi anni, si è rivelata fondamentale per gli abitanti del comprensorio. Mi farò portavoce delle istanze di questo territorio nelle sedi opportune". Nei giorni scorsi anche Pierluigi Caroccia, il bagnino di Capaccio che rischiò la vita per salvare due bambine, ha preso posizione a difesa del presidio ospedaliero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura ospedale di Agropoli, il "no" di sindaci e politici

SalernoToday è in caricamento