rotate-mobile
Politica

Tar di Salerno, il presidente Caldoro in campo: "I numeri dicono che non va chiuso"

Il governatore campano: "Il Tar di Salerno ha una governance condivisa con Napoli e la sua chiusura, molto probabilmente, comporterebbe minore funzionalità e maggiori costi"

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro entra a gamba tesa nel dibattito sulla chiusura del Tar di Salerno. "Non c’è una difesa campanilistica: i suoi numeri dimostrano che non sussiste la necessità di chiuderlo” ha affermato il governatore campano  al termine di un incontro organizzato a Napoli, nella sala Filangieri del Tar della Campania, per discutere della chiusura della sede del Tar di Salerno, prevista del disegno di legge sulle misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari.

Una cosa sono i risparmi, gli accorpamenti e la funzionalità – ha sottolineato Caldoro -  che è bene che il Governo, come le regioni e le istituzioni giudiziarie, facciano, cosa diversa è non avere i numeri per giustificare una decisione del genere”. Infine l'esponente di Forza Italia ha ricordato come "il Tar di Salerno ha una governance condivisa con Napoli e la sua chiusura, molto probabilmente, comporterebbe minore funzionalità e maggiori costi. Noi non difendiamo quello che non è difendibile – ha concluso Caldoro – difendiamo quello che è giusto difendere, come la sezione del Tar di Salerno, che assolutamente va preservata per i suoi numeri e per il lavoro che svolge”.

  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tar di Salerno, il presidente Caldoro in campo: "I numeri dicono che non va chiuso"

SalernoToday è in caricamento