rotate-mobile
Politica

Europee, Cirielli (FdI) a Salerno: "Saremo di gran lunga il primo partito"

Il vice ministro agli affari esteri e alla cooperazione internazionale ha partecipato all'inaugurazione del Comitato per Giorgia Meloni ricordando che, sulla scheda, oltre a barrare il simbolo bisogna scrivere "Giorgia"

"Credo che a Salerno saremo di gran lunga il primo partito con un risultato migliore delle ultime elezioni politiche dove ci siamo fermati intorno al 25%. Credo che andremo qualche punto percentuale in su". A sostenerlo è il vice ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Edmondo Cirielli, a margine dell'inaugurazione del Comitato per Giorgia Meloni, a Salerno.  Presenti, fra gli altri, il senatore e commissario regionale di Fratelli d'Italia Antonio Iannone, la deputata Imma Vietri, il candidato alle europee Alberico Gambino, il presidente provinciale Giuseppe Fabbricatore e il promotore del comitato Antonio Fasolino.

Lo scenario politico

Per Cirielli "l'obiettivo è quello di portare complessivamente in Campania un risultato maggiore. Quando un anno e mezzo fa abbiamo fatto le elezioni, De Luca era in ascesa. Oggi il clima è cambiato. Fratelli d'Italia si candida a governare questa regione come partito più forte del territorio. Giorgia Meloni governa e lo fa bene da un anno e mezzo. È un'altra storia. I 5Stelle si sono squagliati dietro la promessa del voto di scambio di Stato col reddito di cittadinanza che è fallita. I giovani preferiscono andare a lavorare invece di lucrare alle spalle degli altri. Mi sembra che tutto marci in maniera tale che Fratelli d'Italia abbia una grande affermazione in Campania, al Sud e in particolare in provincia di Salerno".

Il voto per "Giorgia"

"Giorgia Meloni - ha aggiunto il viceministro - è candidata. Chi vota Fratelli d'Italia lo fa o grazie a Giorgia Meloni o perché ne riconosce la leadership. Tantissimi non sanno che è candidata. Per votarla non basta mettere la X sul simbolo ma bisogna scrivere il nome e cognome o anche solo il nome, Giorgia. Lei corre per l'Europa. C'è anche la polemica per il fatto che lei non andrà a fare il parlamentare europeo, ma lei andrà in Europa come presidente del Consiglio quindi è molto importante che vada con un grande consenso personale e al partito per rappresentare al meglio la forza del consenso democratico per cambiare questa Europa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, Cirielli (FdI) a Salerno: "Saremo di gran lunga il primo partito"

SalernoToday è in caricamento