Politica

Rinvio a giudizio per Cirielli: diffamò Gagliano, in Tribunale a febbraio

L'ex presidente della Provincia, Edmondo Cirielli è stato riviato a giudizio: lo ha deciso il sostituto Procuratore della Repubblica di Salerno, Francesca Fittipaldi

L'ex presidente della Provincia, Edmondo Cirielli è stato riviato a giudizio. Lo ha deciso il sostituto Procuratore della Repubblica di Salerno, Francesca Fittipaldi: l'accusa è di diffamazione a mezzo stampa nei confronti del già consigliere regionale Salvatore Gagliano. Nell’aprile 2011, in piena campagna elettorale per le amministrative Comunali, in una intervista televisiva ad una emittente locale e ad altri organi di stampa, l’allora Presidente della Provincia Cirielli definì Gagliano miserabile politico, aggiungendo, inoltre: se la prende con il Popolo della Libertà, che pure per tanti anni lo ha sfamato: Gagliano voleva un incarico, che non aveva ricevuto.

Non si lasciò attendere, la risposta di Gagliano, che, a mezzo dei legali Antonio Zecca e Arianna Santacroce, attivò immediatamente l’azione giudiziaria. Di ieri la decisione del Pm: il processo è stato fissato per il prossimo 24 febbraio 2014, dinanzi al Tribunale di Salerno. "Ritengo che il confronto dialettico, portato in termini di civiltà, con il rispetto delle persone, sia l’elemento essenziale su cui  si fonda la nostra democrazia - ha osservato Gagliano - Le offese personali, che non possono che derivare dalla carenza di argomenti, nulla hanno in comune con il dialogo politico. La mia reazione alle offese è stato un atto necessario per il rispetto, sia dei tanti elettori che da sempre mi hanno sostenuto, sia per la mia famiglia".

"Ricordo all’Onorevole Cirielli, nel caso a Lui fosse sfuggito, che in 27 anni di politica e di amministrazione attiva, mai e ribadisco mai, Salvatore Gagliano è stato sfiorato da qualsiasi tipo di vicenda giudiziaria, pur avendo ricoperto il delicato e responsabile ruolo di Sindaco di Praiano per 16 anni e quello di Consigliere Regionale per 10 anni - ha aggiunto - Un motivo ci deve essere: nessuno meglio di Cirielli conosceva la mia storia e quella della mia famiglia, essendo stato Capitano dei Carabinieri ad Amalfi, all’epoca in cui ero il Sindaco di Praiano. Proprio per questi motivi le sue accuse furono tanto offensive, quanto sorprendenti. Questo è solo un primo passo verso una giustizia sostanziale, giustizia che possa, in qualche modo, contribuire a direzionare i cittadini tutti, ancorché potenti nell’essere rispettosi delle leggi oltre che delle persone", ha concluso Gagliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvio a giudizio per Cirielli: diffamò Gagliano, in Tribunale a febbraio

SalernoToday è in caricamento