Sanità, De Luca replica a Di Maio? "Io non più commissario? Un'idiozia"

Il governatore della Campania a muso duro contro il governo: "In questo modo anzichè risolvere i problemi della Sanità si moltiplicano i passaggi burocratici"

Non si fa attendere la dura replica del governatore della Campania Vincenzo De Luca rispetto alla decisione del Governo M5S-Lega di revocargli la nomina di commissario straordinario per la Sanità. “Il vicepremier Di Maio ha dichiarato di aver inserito nel Def la norma sulla incompatibilità tra presidente di Regione e la carica di commissario per non consentirmi di essere commissario alla Sanità nella mia regione? Troppo onore. Lo ringrazio di questa attenzione, non immaginavo di avere tanta importanza” ironizza il presidente della Regione nel corso di un’intervista con la redazione web de Il Mattino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polemica

Ma l’ironia è durata poco. “Ovviamente - ha tuonato De Luca - è una grande idiozia, e per una semplice ragione: in questo modo anzichè risolvere i problemi della Sanità si moltiplicano i passaggi burocratici e perdiamo, da una parte anni di tempo, dall’altra soldi pubblici, perchè il commissario nominato costa 10 mila euro al mese”. Poi ha spiegato: “Per quello che riguarda la Campania, questo discorso non ci interessa, perchè abbiamo già formalizzato l’uscita per la Sanità dal commissariamento”. E ancora: “Il piano di risanamento presentato per l’approvazione al Governo, mi consente di dire che non c’è nessun motivo per la nomina di un commissario”. Se non ci sarà un commissario, domanda il direttore Federico Monga, nominerà un assessore alla sanita? “Sarò io l’assessore alla Sanità  perchè è un settore così importante che richiede di essere seguito direttamente”. Non ha già troppe deleghe? “Ai nostri concittadini interessano i risultati. D’altronde – ha concluso De Luca – io seguo solo il settore della Cultura e della Sanità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento