Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Commissariato di polizia all'università, la seconda interrogazione di Iannuzzi

Dopo il "no" del ministero dell'Interno il deputato Pd ha presentato una nuova interrogazione

Tino Iannuzzi

Il deputato salernitano del partito democratico Tino Iannuzzi torna a chiedere al governo la trasformazione del presidio di polizia all'interno del campus universitario di Fisciano in commissariato di polizia. Nei giorni scorsi il sottosegretario all'Interno Carlo De Stefano aveva risposto ad una precedente interrogazione di Tino Iannuzzi in maniera negativa; per il governo infatti non ci sarebbero le condizioni per istituire il commissariato.

"Dalla risposta del governo emergono, tuttavia, alcuni importanti dati oggettivi - riferisce Tino Iannuzzi - che impongono il potenziamento dell'attuale presidio di polizia nel campus, che oggi può contare su appena 4 unità di personale a fronte delle 7/8 unità degli anni precedenti, alcune delle quali venute meno e mai sostituite. Infatti il ministero ha riconosciuto che l'area dell'università é interessata ogni giorno dalla imponente presenza di circa 45mila persone; inoltre l'attuale postazione di polizia svolge una pluralità di funzioni, che vanno ben al di là dei pur gravosi e fondamentali compiti strettamente di istituto. Infatti tale presidio assolve, accanto alle attività di prevenzione e repressione dei reati ed a quelle investigative, anche una rilevante attività amministrativa (tra cui pure quella connessa al rilascio dei passaporti) ed attività informativa e di vigilanza e controllo in occasione di particolari iniziative pubbliche dell'ateneo".

Tino Iannuzzi, appunto in ragione "del dinamismo del campus universitario di Fisciano", torna quindi a chiedere al governo di istituire il commissariato di polizia al suo interno. "E' quanto mai opportuno - conclude Iannuzzi - che si attivino in tal senso e si mobilitino tutti i comuni della valle dell'Irno e le molteplici associazioni giovanili e studentesche operanti nell'ateneo. Ha investito della questione, così avvertita e rilevante, il prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone, che, con l'abituale sensibilità istituzionale, ha assicurato il suo interessamento nelle competenti sedi istituzionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissariato di polizia all'università, la seconda interrogazione di Iannuzzi

SalernoToday è in caricamento