Politica

Regione Campania, la commissione approva il bilancio: è scontro politico

L'opposizione abbandona i lavori senza partecipare alla votazione. Unita e compatta la maggioranza di centrodestra che ora attende di votare in aula il documento economico-finanziario 2014/2016

La commissione regionale Bilancio, presieduta da Massimo Grimaldi (Caldoro Presidente), ha approvato all'unanimità dei presenti i disegni di legge relativi alla manovra del bilancio di previsione 2014 e bilancio pluriennale della Regione Campania per gli anni 2014/2016. I gruppi dell'opposizione - Pd, Pse, Cd - hanno abbandonato i lavori della commissione denunciando che "il bilancio regionale è inconsistente, non mette in campo alcunche' per lo sviluppo, per la crescita e per l'occupazione" e stigmatizzando "l'ennesimo ricorso alla fiducia da parte del presidente Caldoro svilendo anche stavolta il ruolo del Consiglio e il dibattito politico su un tema fondamentale qual e' il bilancio regionale".

Di tutt’altro avviso la maggioranza di centrodestra che si è mostrata unita e compatta a sostegno del provvedimento economico - finanziario. “Per la prima volta il Consiglio Regionale vota un bilancio entro la fine dell'anno e senza fronzoli'' afferma Gennaro Nocera, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale.''La maggioranza riesce ad evitare l'esercizio provvisorio mentre il centrosinistra, abituato al solito “SalvaRoma”, si meraviglia ritenendo l'approvazione del bilancio entro l'anno un fatto irrituale. A poco più di tre ani dall'insediamento di questa maggioranza - aggiunge Nocera - e tra mille difficoltà stiamo riuscendo a far quadrare i conti regionali devastati da chi ci ha preceduti. La confusione regna nell'opposizione - conclude l'esponente di Forza Italia - che quando era maggioranza ha solo deturpato e vilipeso i conti pubblici della Regione''.

Sulla stessa linea il presidente del gruppo “Caldoro presidente” Giuseppe Maisto: “Trasparenza, rigore, linearità. Zero spazio per i partiti anche nel bilancio 2013. Questo e non altro spiega il malumore dell'opposizione ed in particolare del Pd che oramai sembra essere in perenne campagna elettorale'' per il quale ''l'unico dato politico emergente è che le forze di opposizione ancora oggi non riescono a farsi una ragione del fatto che, rispetto a quando governavano loro, i tempi sono cambiati e che, attesa la grave crisi economica, non può e non deve esserci spazio che per i bisogni dei cittadini''.  

Ora la parola passa al consiglio che si riunirà lunedì 30 dicembre dalle ore 10 ad oltranza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Campania, la commissione approva il bilancio: è scontro politico

SalernoToday è in caricamento