rotate-mobile
Politica

Guglielmo Vaccaro rivela: "Mi candido sindaco di Roma"

L'ex deputato salernitano del Pd, ora traslocato nel Gruppo Misto, difende in radio anche Rosy Bindi: "Da De Luca attacchi davvero incommentabili"

Alle comunali penso, ma penso a Roma, che è la città più in difficoltà del Paese”. Con queste parole chiare e nette  Gugliemo Vaccaro ai microfoni di Radio Castelluccio, nel corso della trasmissione Socrate al Caffè. L’ex deputato del Pd, attualmente nel gruppo misto, precisa: “Diciamo che la candidatura a cui più terrei è quella alla sanità, ma non potendo tanto, penso che bisognerebbe servire la città in cui si vive, e adesso sono più a Roma che a Salerno. Probabilmente valuterò la possibilità di impegnarmi in quella consultazione”. Poi conferma: “Sicuramente non correrò con il Partito democratico, quindi farò a meno di primarie. Sto valutando con amici e colleghi e nei prossimi giorni scioglierò la riserva".

Vaccaro non si sottrae neppure a un commento sugli ultimi attacchi di Vincenzo De Luca a Rosy Bindi: “Sono incommentabili. Anziché scadere in polemiche che riguardano le persone, non capisco perché offendere, farebbe meglio ad affrontare i tanti problemi della Regione, che mi auguro riesca a risolvere”. Ma critica anche i suoi ex compagni di partito: “Trovo sbagliato che i mie colleghi si attardino nel criticare le uscite di De Luca. Avrebbero fatto bene a fare una battaglia a viso aperto come la mia fino alla sua candidatura, piuttosto che attardarsi su una cosa che è deprecabile, ma che non può animare un dibattito pubblico”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guglielmo Vaccaro rivela: "Mi candido sindaco di Roma"

SalernoToday è in caricamento