Capaccio Paestum, Alfieri si insedia al Comune nel giorno del compleanno

Questa mattina si è svolta la cerimonia negli uffici del Municipio. Il nuovo sindaco: "Ci metteremo al lavoro senza perdere neppure un attimo perché la Città attende le prime risposte ai tanti problemi irrisolti che si trascinano da troppo tempo"

Il sindaco Alfieri al Comune

“Non è la prima volta che indosso la fascia tricolore, ma è come se lo fosse. Da questo momento sono sindaco a tutti gli effetti. E’ un grande onore e privilegio ricoprire questo incarico, che porterò avanti con il rispetto delle istituzioni e l’impegno da sempre mi contraddistinguono e che questa grande cttà merita”. A dichiararlo, questa mattina, è stato Franco Alfieri in occasione della cerimonia di proclamazione a sindaco di Capaccio Paestum svoltasi presso il Comune.

L’insediamento

Nel corso della cerimonia Alfieri, già primo cittadino di Torchiara e Agropoli e fedelissimo del governatore De Luca, ha annunciato cosa farà nei prossimi giorni: “Ci metteremo al lavoro senza perdere neppure un attimo perché la Città attende le prime risposte ai tanti problemi irrisolti che si trascinano da troppo tempo. Già domattina si terrà la prima seduta di Giunta, i cui componenti saranno nominati oggi stesso. Nell’attuazione del programma sarà fondamentale il ruolo della macchina amministrativa, formata da ottime professionalità e che andrà adeguatamente potenziata per imprimere quel cambiamento radicale che la Città attende dal nuovo corso che rappresento”. “Sarò il sindaco di tutti ed opereremo nell’esclusivo interesse della collettività - ha ribadito il primo cittadino - Alla mia squadra e, in particolare, ai consiglieri di maggioranza chiedo armonia, lealtà, serietà, senso di responsabilità ed impegno: condizioni essenziali per assicurare la stabilità necessaria alla realizzazione del programma”.  

I ringraziamenti

Per Alfieri, dopo la campagna elettorale, bisogna guardare avanti: “Bando agli egoismi e ad ogni forma personalismo - ha detto con forza Alfieri - dobbiamo essere e fare squadra per il bene della collettività nella quale abbiamo acceso la speranza di un futuro di sviluppo e opportunità per tutti. Vogliamo consegnare alle future generazioni una città migliore e questo dipenderà dalla nostra capacità di essere generosi, di guardare agli altri, sempre e soltanto all’interesse generale”.  Infine ha ringraziato il viceprefetto Rosa Maria Falasca per il lavoro svolto in questi mesi come Commissario prefettizio del Comune e, nel congedarsi, ha ricordato che la proclamazione a sindaco cade nel giorno nel suo 54esimo compleanno. “Non poteva esserci regalo migliore” ha concluso il neo-sindaco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

Torna su
SalernoToday è in caricamento