Eboli, Vecchio attacca il comandante dei carabinieri: l'ira dell'opposizione

Il presidente del consiglio comunale prende di mira il modus operandi del capo della locale Compagnia dell'Arma. Cardiello (Fi): "Ora si dimetta oppure intervengano Questore e Prefetto". Interviene anche Cirielli

In apertura del consiglio comunale di Eboli il presidente Fausto Vecchio ha lanciato dure accuse contro il comandante della locale Compagnia dei carabinieri che, invece di occuparsi della sicurezza dei cittadini sarebbe impegnato in altre questioni.

La polemica

Vecchio, dopo aver annunciato l’internzione di convocare un consiglio monotematico sulla sicurezza, alza subito il tiro: “Sembra che qui le forze dell’ordine abbiano perso un po’ il controllo della situazione, parlando con i cittadini la sensazione pare proprio questa. E’ la percezione che si ha in periferia, dove c’è il Far West. Sul territorio – aggiunge Vecchio - c’è una forte paura nell’uscire di notte a causa dello spaccio di bande di teppisti che compiono scorribande al loro piacimento. Per non parlare del centro storico che è incontrollato ed è meta durante la notte di extracomunitari – che spero vengano censiti perché non si sa se sono regolari o irregolari -  Poi - denuncia Vecchio - ci sono organizzazioni che perseguono il loro business, incontrollati ed indisturbabili". Di qui la stoccata: "Mentre il Comandante della Compagnia dei Carabinieri in persona è impegnato nelle misurazioni degli spazi antistanti a qualche fabbricato. Una grande operazione di polizia giudiziaria per la quale si chiede addirittura l’ausilio dei vigili urbani del Comune, dell’ufficio tecnico del Comune, senza comunicarne le motivazioni. Mi sembra un episodio che meriterebbe di essere discusso probabilmente davanti al comando provinciale dei carabinieri, al Prefetto, al Questore, alle autorità superiori. Una vera vergogna, tanto rumore per nulla. Mi fermo qui per ora”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attacco di Damiano Cardiello:

"Restiamo sbigottiti, sconvolti e incredibilmente sorpresi per quanto avvenuto ieri sera nell'aula consiliare. Evidentemente dimentica di far parte di un'amministrazione comunale che è totalmente indifferente al problema sicurezza, vista la mancanza di risorse verso il comparto Polizia Locale. Se è a conoscenza di queste preoccupanti notizie cosa aspetta a darne conto alle Autorità preposte? Ma queste parole erano solo l'anticipazione di quello che accade, dopo poco. Quando Vecchio, visibilmente fuori dal perimetro istituzionale e senza rendersi conto di essere il rappresentante di tutta l'aula consiliare, inizia a inveire contro il Comandante della Compagnia Carabinieri di Eboli per un ordinario controllo di polizia giudiziaria di cui solo Vecchio è a conoscenza. A quale operazione si riferisce? Quale interesse spinge un rappresentante delle Istituzioni a occuparsi dei controlli effettuati dai Carabinieri della propria Città? Nell'incredulità generale e nell'imbarazzo di chi ascoltava, addirittura arriva a sentenziare che di questa vicenda "se ne dovrà discutere o almeno meriterebbe di essere discussa davanti al Comando Provinciale dell'Arma, Prefetto e Questore.  Un attacco frontale inaccettabile fatto a uomini che ogni giorno mettono a proprio rischio l’incolumità, prestando servizio per il controllo del territorio e garantendo la sicurezza di tutti i cittadini. Un atto di cafoneria istituzionale che va assolutamente condannato. Non ci sentiamo più rappresentati dal “ bullo istituzionale” e per questo ne chiediamo le dimissioni immediate, senza se e senza ma. Quanto accaduto mina la credibilità dell’intero consiglio comunale e il danno di immagine per l’Ente è devastante. Presenteremo una urgente mozione di sfiducia e la invieremo anche al Prefetto di Salerno. Innanzi la follia istituzionale non si può certo rimanere in silenzio, come hanno fatto i consiglieri comunali di maggioranza e finanche il Sindaco, sollecitato più volte a prendere le distanze da dichiarazione di inaudita gravità. Nel contesto esprimiamo vicinanza e gratitudine alla Compagnia dei Carabinieri di Eboli per l’immane lavoro di lotta alla criminalità organizzata e tutela dell’ordine pubblico nella nostra Città".

L'intervento del Questore della Camera dei Deputati  Edmondo Cirielli (FdI)

“Ritengo incredibili e gravissime le affermazioni del Presidente del Consiglio Comunale di Eboli contro la Compagnia dei Carabinieri del territorio, che è impegnata ad accertare eventuali violazioni urbanistiche o altre questioni inerenti. Siamo di fronte ad una  polemica molto grave contro le istituzioni che compiono quotidianamente il loro dovere.

Siamo di fronte ad accuse che, quando partono da altre istituzioni, rischiano sembrare delle intimidazioni. Mi auguro che il sindaco di Eboli prenda immediatamente le opportune distanze da quanto accaduto ieri nel corso del consiglio comunale. Dal canto mio presenterò un interrogazione urgente al Ministero dell’Interno Luciana Lamorgese per mettere in campo tutte le azioni volte a tutelare la legalità e il sostegno all'Arma dei Carabinieri, i quali con immensi sacrifici e con grande spirito di abnegazione tutti i giorni cercano di far rispettare la legge, senza esitazione e distinzione tra i cittadini”. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento