Aria di fuoco al consiglio comunale di Baronissi: risarcimento danni all'Ente?

Il gruppo di minoranza Idea Comune ha proposto di promuovere un'azione civile nei confronti di Giovanni Moscatiello, Carmine Mottola e Aniello Piemonte per un risarcimento danni in favore del Comune di Baronissi

Scintille, al Consiglio Comunale di Baronissi. "Può un Ente subire un danno se gli imputati sono stati assolti? E qual è il danno subìto da un imputato di un processo durato 10 anni e conclusosi con la sua assoluzione?". Questo l'interrogativo del capogruppo Enrico Rocco, al termine del consiglio comunale di stamane sulla proposta di delibera presentata dai consiglieri comunali del gruppo di minoranza Idea Comune, per promuovere un’azione civile nei confronti di Giovanni Moscatiello, Carmine Mottola e Aniello Piemonte per risarcimento danni in favore del Comune di Baronissi, in relazione alla sentenza della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Salerno numero 164/2013.

Si tratta di valutare, sotto il profilo tecnico e giuridico, la possibilità o meno per l’Ente di promuovere un’azione civile per chiedere il risarcimento di un ipotetico danno d’immagine, già quantificato in circa 50 mila euro e derivante dal processo penale conclusosi con l’assoluzione del sindaco Giovanni Moscatiello e degli altri imputati. L’istruttoria del procedimento riguardante la possibilità o meno di intraprendere tale azione è attualmente già incardinata ed avviata dal funzionato competente, Valeria Maiorano, a capo dell’Ufficio Avvocatura del Comune.

Respinta, ad ogni modo, la proposta. La maggioranza spiega il perché del voto contrario: "La materia è di esclusiva competenza della Giunta comunale. Nonostante l’apertura dimostrata, non abbiamo ritenuto di accogliere la richiesta dell’opposizione di dare 10 giorni di tempo per l’espletamento dell’istruttoria ed il successivo passaggio in Giunta. Tale richiesta appare non solo infondata giuridicamente, così come sottolineato dallo stesso dirigente dell’Ufficio Avvocatura, ma palesemente provocatoria e strumentale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso avvocato Maiorano, convocato in aula, ha poi ribadito: "Già domani, venerdì 10 gennaio, avvierò un’indagine esplorativa per individuare un avvocato civilista d’alto profilo al quale richiedere un parere sull’argomento in oggetto, data la particolare complessità della questione sottesa e la connessione con il procedimento penale concluso. Non è possibile, a monte, quantificare in 10 o 12 o 15 giorni il termine entro il quale il parere sarà reso, né tantomeno appare deontologicamente opportuno imporre un termine al professionista esterno che sarà incaricato di redigerlo". In conclusione, il Consiglio comunale si è chiuso con la decisione di affidare alla Giunta la trattazione dell’argomento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento