Politica

Consorzi dell’agroalimentare, l'appello di Adelizzi (M5S): "Opporsi al Nutriscore"

L'intervento del deputato del Movimento Cinque Stelle interviene a difesa dei prodotti Made in Italy

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il tema del Nutriscore torna a far discutere, in Italia e in Europa, sulla validità del metodo di etichettatura a semaforo dei prodotti alimentari sviluppato da un gruppo di ricercatori universitari francesi, e già parzialmente in uso in alcuni Paesi, che classifica le caratteristiche dei prodotti con lettere (dalla A alle E) o con colori (verde, rosso e giallo), dal migliore al peggiore, in base alla presenza di sale, zucchero, grassi o alcool. I prodotti vengono suddivisi in categorie e il punteggio è determinato in base ai nutrienti che contengono. Fibre, proteine, frutta e verdura rientrano tra gli ingredienti ‘buoni’ che determinano un punteggio positivo, mentre altri ingredienti come grassi saturi, zucchero e sodio, influiscono negativamente. Già Coldiretti e Codacons hanno bollato come “ingannevole e sbagliata” questa etichetta, perché potrebbe danneggiare alcuni prodotti macchiandoli come nocivi a prescindere dalle quantità consumate. Anche i Consorzi del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano hanno intrapreso questa battaglia contro il Nustriscore. 
«La battaglia intrapresa dai più importanti Consorzi nazionali contro l’utilizzo del Nutriscore è una battaglia di civiltà -spiega Adelizzi- che ha lo scopo di tutelare la filiera agricola locale e le eccellenze che essa produce. Per queste ragioni mi rivolgo ai Consorzi dell’agroalimentare campano, affinché possano sposare in pieno la causa ed essere voce importante in questa battaglia. Non possiamo correre il rischio che la superficialità di un sistema di etichettatura, che trova l’opposizione dei più grandi produttori italiani, distrugga il lavoro nei campi e negli allevamenti di tutte quelle imprese che sempre di più si impegnano ad affinare le tecniche di produzione per garantire l’eccellenza di prodotti conosciuti e apprezzati, in Italia, in Europa e in tutto il mondo, per le loro caratteristiche nutrizionali oltre che per i sapori. La disponibilità all’incontro e al confronto con i Consorzi, da parte mia e dei nostri esponenti al Governo, è massima».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzi dell’agroalimentare, l'appello di Adelizzi (M5S): "Opporsi al Nutriscore"

SalernoToday è in caricamento