Buoni Spesa a Salerno, malumori in maggioranza: 11 consiglieri scrivono a Napoli

Antonio Carbonaro, Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Antonio Fiore, Lucia Mazzotti, Corrado Naddeo, Felice Santoro, Rosa Scannapieco, Pietro Stasi, Domenico Ventura e Giuseppe Ventura chiedono maggiore coinvolgimento nelle decisioni

Malumori all’interno della maggioranza di centrosinistra che sostiene l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Napoli. Questa mattina undici consiglieri comunali (Antonio Carbonaro, Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Antonio Fiore, Lucia Mazzotti, Corrado Naddeo, Felice Santoro, Rosa Scannapieco, Pietro Stasi, Domenico Ventura e Giuseppe Ventura) hanno inviato al primo cittadino un documento, protocollato a Palazzo di Città, per esprimere il loro disagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il documento

I consiglieri sostengono di “non essere stati coinvolti, se non marginalmente, nelle decisioni inerenti ai criteri di erogazione, di distribuzione e di controllo dei buoni spesa emessi a seguito dei fondi pervenuti dal Governo”. “Tale comportamento - scrivono - è stato ritenuto non in linea con la considerazione che si deve ai Consiglieri comunali, rappresentanti eletti dai cittadini. E che il “particolare momento storico prospetta importanti decisioni relative alle risorse pubbliche il cui impiego dev’essere ridisegnato alla luce delle nuove esigenze dalla città”. Per questo ribadiscono che “i sottoscritti non intendono abdicare al ruolo di rappresentanti dei cittadini ritenendo di dover contribuire alle decisioni nell’interesse dei rappresentati”. Infine la richiesta al sindaco Napoli di “essere coinvolti pienamente e concretamente in ordine a tutte le singole attività e decisioni che si riflettono sul presente e sul futuro di Salerno; in particolare quelle inerenti alla riqualificazione della spesa pubblica per le quali il Consiglio comunale dovrà poi esprimersi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento