Coronavirus, il sindaco di Bellizzi scrive ai primi cittadini campani: "Uniformare e chiarire le posizioni"

Riflettori puntati sul Coronavirus, nella lettera che invita tutti a moderazione e senso di resposabilità istituzionali, in questi giorni di psicosi

Ha ricevuto innumerevoli like e numerose condivisioni sui social, la lettera del sindaco di Bellizzi, Mimmo Volpe, rivolta a tutti i primi cittadini della Campania. Riflettori puntati sul Coronavirus, nel testo che invita a moderazione e senso di resposabilità istituzionali, in questi giorni di psicosi a causa del virus cinese.

Di seguito, la lettera del sindaco:


Cari amici e concittadini, voglio condividere pubblicamente alcune considerazioni che ho espresso nel gruppo dei Sindaci della Campania aderenti all'Anci sui provvedimenti di questi ultimi giorni. Anche per bloccare sul nascere alcune polemiche del tutto strumentali tra tanti bravi colleghi Sindaci che rispetto profondamente.

Cari Colleghi con profondo rammarico credo che stiamo dando una brutta e pessima immagine organizzativa. Eppure siamo la migliore classe dirigente del paese. Quella che ai tempi di tangentopoli e della sfiducia diffusa nel paese hanno dato prova di saggezza e competenza, ma soprattutto trasmesso fiducia alla gente. Siamo ancora quella classe dirigente maggiormente esposta, quella che ha a che fare quotidianamente con i problemi della propria cittadinanza, quella che ha mille problemi tutti i giorni. In questa situazione complicatissima e delicata credo che ognuno di noi è stato avvolto dalla pressione emotiva dell'opinione pubblica. Giustificatissima per carità. Pero dobbiamo cercare di tornare alla ragione della responsabilità. Ogni nostra azione fino ad oggi è stata sempre ponderata e di assoluta responsabilità ma soprattutto guidati dal buon senso. Sulla vicenda delle scuole credo che ci si poteva coordinare meglio e rispettare le direttive nazionale.

Non esiste un Sindaco bravo e l'altro cattivo perché si chiude o si tiene aperta la scuola. Oppure chi revoca carnevali e manifestazioni varie. Cari colleghi scusatemi di questa mia considerazione. Tutto quello che noi facciamo e attuiamo nel nostro ambito dipende anche la sopravvivenza della piccola o grande economia delle nostre comunità. Spero che ritorniamo presto al senso della ragionevolezza che da sempre ha guidato i Sindaci in tutti questi anni dopo la legge sull'elezione diretta dal 1993 ad oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'assemblea di oggi indetta dal Presidente della Giunta Regionale De Luca, così come concordato con il presidente Anci campania, Sindaco Carlo Marino, Sindaco di Caserta, presenteremo un documento congiunto per chiedere di uniformare e chiarire alcune direttive regionali. Che non lasciano spazi nei prossimi giorni alla discrezionalità e all'autonomia applicativa. Ne vale della credibilità, la chiarezza e la funzionalità delle nostre istituzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Covid-19: situazione drammatica al Ruggi, anziana in gravissime condizioni

  • Coronavirus, nuovi contagi in provincia di Salerno: i comuni coinvolti

  • Covid-19 a Cava, lo sfogo di Carla De Pisapia: "Mio padre è morto e devono ancora farmi il tampone"

  • Covid-19: altri 3 contagi a San Mango, nuovi casi a San Severino, Sarno, Vibonati e Nocera

  • Angri: donna precipita dal terzo piano, l'appello del sindaco contro le immagini divulgate

Torna su
SalernoToday è in caricamento